Ciao a tutte!
Oggi parleremo di un fastidioso inestetismo che riguarda le mani qualche settimana dopo una seduta dall’estetista, ossia la ricrescita delle unghie dopo aver fatto la ricostruzione!

La ricostruzione unghie, per quanto possa alla lunga non fare bene alle unghie più delicate, è un ottimo metodo per avere una manicure impeccabile per diverse settimane; tuttavia, verso la seconda-terza settimana, già comincia a fare capolino la ricrescita dell’unghia naturale, che crea un fastidioso stacco con l’unghia ricostruita.

Perciò, come coprire la ricrescita dopo la ricostruzione unghie per farla durare più a lungo possibile? Scopriamolo insieme continuando a leggere il post ;-)!

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie

Credits: passioneperleunghie.altervista.org

KEEP CALM AND…IL BALSAMO UNGHIE CI SOCCORRERÀ

Innanzitutto, per avere mani impeccabili, si devono tenere a bada le perfide cuticole, rovina di ogni manicure che si rispetti! Farlo è semplice, infatti usando un balsamo unghie e aiutandoci con un bastoncino di legno, potremo spingere indietro le pellicine e idratare al tempo stesso, oltre alla pelle che vi sta attorno, la parte di unghia naturale che sta ricrescendo.

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (1)

 Questi bastoncini di bosso spingono indietro le cuticole e puliscono la parte inferiore delle unghie, facendole sembrare più pulite e più lunghe. Prezzo: 4€ su Sephora.it

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (2)

L’olio Quench è composto da un mix di oli di cotone, soia, noccioli di albicocca, semi d’uva, mandorla dolce e vitamina E. Per questo è ottimo per riparare le cuticole e le unghie rovinate, donando loro vitalità e prevenendone l’inaridimento e la rottura. Prezzo: 15,90€ su Sephora.it

Vi suggeriamo di usare prodotti appositi, oleosi e non acquosi, poiché l’acqua non è molto friendly con la presa e la lunga tenuta di smalti semipermanenti o acrilici.

CHE SUCCEDE SE LE UNGHIE SONO TROPPO LUNGHE?

Qualora le unghie, per via della la normale ricrescita, stessero diventando troppo lunghe, è giunta l’ora di intervenire accorciandole. Il modo migliore per non rovinare le unghie ricostruite è servirsi di una lima di cartone, e limarle delicatamente seguendo la forma dell’unghia!

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (3)

Kiko, 10 lime in cartone con doppia grana. Il lato giallo ha una grana più abrasiva mentre il lato bianco, più liscio, permette di rifinire la manicure. Prezzo: 2,50€

IN CASO DI SMALTO SEMIPERMANENTE, OCCORRONO SMALTO SCURO E PAZIENZA

In caso di emergenza, e qualora al posto di una ricostruzione unghie completa abbiate optato per lo smalto semipermanente (in questo post vi spieghiamo la differenza), per coprire lo stacco tra l’unghia naturale e quella ricostruita è meglio usare uno smalto di colore scuro, da riapplicare circa ogni 4-5 giorni in modo da far ottenere all’unghia scoperta lo stesso spessore di quella ricostruita.

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (5)

Credits: thefashionpolish.wordpress.com

Inoltre uno smalto scuro otticamente nasconderà meglio lo stacco, maggiormente visibile con i colori chiari.

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (4)

Credits: alfemminile.com

CON LA RICOSTRUZIONE VERA E PROPRIA, È IL MOMENTO DEL REFILL!

Qualora invece vi foste fatte belle con una ricostruzione unghie vera e propria, la tecnica per farla durare più a lungo coprendo la ricrescita è più complessa, e richiede oltre ad una certa manualità anche gli strumenti del mestiere.

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (7)

Credits: unghie.biz

Se possedete entrambe le cose allora la cosa migliore da fare è cimentarsi nella tecnica del refill, con cui si copre il margine tra l’unghia ricostruita e quella naturale riempiendo il dislivello che si è creato. Se però siete ciompette con limette e spingi cuticole, vi consigliamo caldamente di farvi fare il ritocco da un esperto del settore :-P!

ClioMakeUp-Coprire-Ricrescita-Ricostruzione-Unghie (6)

Credits: corsiricostruzioneunghie.org

Ragazze non abbiamo finito, infatti nella pagina successiva vi diremo come fare il refill per nascondere la riscrescita dopo la ricostruzione unghie! Amanti delle unghie e delle manicure impeccabili, siete pronte? Allora andate a pagina 2 per vedere cosa bisogna fare!

38 COMMENTI

  1. Se c’è una cosa che mi infastidisce da morire e vedo spessissimo è proprio la ricrescita delle unghie.
    Io ho una ricrescita molto veloce (unghie e capelli) e la manicure con il semipermanente l’ho fatta solo due volte ma non la farò mai più proprio perché è uno spreco di soldi per me che già dopo 5/6 giorni inizia a mostrare la ricrescita..

  2. Io facevo prima la ricostruzione dall’estetista ed ora il semipermanente a casa.. La ricrescita può essere fastidiosa è vero… Ma fino a 3 settimane si può resistere! Comunque la lima 180 non ha una grana più grossa… Ha la grana più sottile di quella 100 ad esempio…

  3. Ciao a tutte! Io faccio la ricostruzione da una vita e già dopo due settimane la ricrescita è ben visibile ma.. Riporto una frase giustissima della mia estetista : ” è più curata una mano con gel a posto e un pó di ricrescita che una mano con smalto dato male, sciupato, smalto cotto o ricostruzione improvvisati” . La ricrescita c’è perchè l’unghia è sana e cresce bene!!! Tutte noi che facciamo il gel abbiamo la ricrescita e sinceramene a me non da fastidio se il resto è a posto.

  4. Che sbattimento ! Opto per smalto normale su unghie corte se non si hanno particolari problemi …..

  5. Io alterno semipermanente e smalto rinforzante, ieri ho rimosso semipermanente da mani e piedi, messo smalto chiaro e rinforzante , il semipermanente lo farò di nuovo tra un mesetto per la partenza,trovo che così sono sempre ordinata e le unghie non si sciupano…io le devo tenere abbastanza corte se no non riesco più a togliermi le lenti a contatto

  6. Io sono per le unghie naturali… sono bellissime alcune rifatte ma una volta levate le unghie sono distrutte. L’ho riscontrato con tantissime amiche, mi sono documentata un sacco sull’argomento e non c’è stata nessuna pur magari facendole solo per il matrimonio che non mi ha detto che poi sono come “carta velina”. Usano tutte questo termine.

  7. Sicuramente allora sarò l’unica a dirtelo, ma è quasi un anno che faccio il gel e sono rimasta senza per un mese, ma pur credendo che mi sarei ritrovata con le unghie debolissime, in realtà non ho avuto nessun problema! Erano belle forti e sane! Forse sono le mie unghie particolarmente forti

  8. Praticamente io penso l’esatto contrario. Trovo la ricrescita una delle cose più antiestetiche al mondo XD. Infatti cambio lo smalto ogni quattro giorni, anche se non è rovinato, solo perché non sopporto quel mezzo millimetro di ricrescita che si forma…ed è questo il motivo per cui non potrei mai mettere il gel sulle mie unghie, pur amandolo molto sugli altri (appena fatto, ovviamente XD). Paradossalmente trovo più gradevoli delle unghie senza smalto e un po’ rovinate piuttosto che unghie curate ma con la ricrescita evidente. Lo so, sono da ricovero XD

  9. Ora dirò una cosa poco popolare: a me la ricostruzione alle unghie/ricostruzione non piace proprio! La cosa che forse mi piace leggermente di più è lo smalto semi permanente

  10. Se ti può consolare, la penso anche io esattamente come te, preferisco di gran lunga le unghie senza smalto, piuttosto che con le unghie con quella terribile ricrescita di un millimetro, poi ovviamente sono punti di vista

  11. Secondo me è una cosa proprio bruttina da vedere, mi da proprio il senso di trascuratezza, meglio unghie corte, anche se senza smalto, mi sembrano più curate

  12. Brava! Io la prima volta le ho fatte per il mio matrimonio e a metà luna di miele avevo qualche cm di ricrescita, mi crescono in fretta come i capelli, così le ho tolte appena tornata a casa.

  13. Cavoli che fortuna… io non mi attento perchè le mie non sono forti per niente e quando mi stresso loro ne risentono subito. Uso anche prodotti specifici e prendo integratori ma purtroppo lo devo ammettere, le unghie forti non sono il mio vanto. Beata te! Ti invidio un sacco anche perchè sarebbe bellissimo averle sempre perfette e lucide come specchi… mentre con le unghie vere non è sempre facile

  14. Mi unisco al club delle unghie naturali.Ho le unghie che non sono dure e forti e tendono a sfaldarsi dopo un pò che sono lunghe e visto che anche io ho sentito che il gel o il semipermanente alla maggior parte delle donne rovinano le unghie,opto solo per una semplice manicure fatta in casa e dello smalto classico.Pazienza se non ho le unghie dure come il marmo e non posso ricorrere alla ricostruzione e compagnia bella,mi devo accontentare 🙂

  15. Se ti interessa per rinforzarle io uso biomineral unghie come integratore che acquisto in farmacia e due “smalti” molto validi. Uno è il S43 di Bionnike anch’esso in farmacia e l’altro è Mavala Scientifique e funzionano davvero tanto! Ho messo tra parentesi “smalti” perchè sono fatti come uno smalto ma il Bionike devi aspettare che asciughi e non è poi velocissimo, stessa cosa per Mavala ma si asciuga praticamente subito. Bionike lo metto tipo la sera davanti alla tv lo faccio asciugare pian piano e poi lo massaggio mentre Mavala anche la mattina prima di uscire e andare al lavoro pronti via!
    Facci un pensiero

  16. Io faccio la ricostruzione ormai da anni,se la ricrescita è un problema si può fare una french,e poi passare sulla ricrescita uno smalto trasparente o del colore dello smalto che avete scelto cosi arrivate al ritocco con unghie sl top

  17. Premetto che adoro i vostri post ma con rammarico devo dire che quest’ultimo mi ha lasciato un podi amaro in bocca.
    La ricostruzione unghie così come l’applicazione di semipermanente, sono trattamenti estetici che devono essere lasciati a persone formate per questo.
    Le persone che si ritrovano, dopo uno di questi trattamenti, con le unghie rovinate devono incolpare l’incuria propria (se autoprodotta) o dell’estetista poco esperta!
    Fare un post che istruisce in poche righe è davvero come sminuire il lavoro di persone che fanno corsi e lo fanno di mestiere.
    Vi posso consigliare di trovare un buon corso di formazione (si trovano anche a meno di 100€) per poter essere sufficientemente preparate per potersi fare da sole questo trattamento, o farlo a qualche amica! Non improvvisatevi, o non avrete che danni!

  18. A me non piacciono nè la ricostruzione nè il semipermante nè
    altro..ma più che tutto perchè darmi lo smalto è una cosa che mi piace da matti e a lavoro finito sono godutissima del risultato con o senza decorazioni (che mi cimento a fare quando ho tempo e voglia). E poi dopo 5 giorni circa quando lo smalto comincia a sbeccarsi lo tolgo, qualche giorno di respiro e poi se mi va via con un colore diverso altrimenti unghia ordinata e senza smalto (mi piace gurdare le mie unghiette rosa con il bordino bianco naturale :-D), figuriamoci tenere su uno smalto 2 o più settimane..mi stuferebbe proprio!! 😉

  19. Invece di chiamarla ricostruzione unghie direi piuttosto distruzione unghie!!! I miei poveri unghie stanno veramente male dopo avere fatto questa cosa! Ero stuffa di fare la manicure ogni tre giorni con lo smalto normale quindi ho fatto la ricostruzione! Ma mai più! Meglio comprare un buono top coat che fa durare la manicure una settimana! Io uso Seche vite e lo adoro!

  20. Sono d’accordo con te. Dopo questa “ricostruzione” le unghie naturali sono distrutti! Ci vuole al meno un mese x riaverli come prima! Un vero disastro!

  21. Beh ma l’estetista chiaramente tira l’acqua al suo mulino 🙂 ti dirà sempre di non farti le unghie da te, ma di farle da lei perché così sarann più belle! in realtà la ricrescita è proprio brutta, volgarotta (già l’unghia finta col gel spesso è volgare di per sè), a quel punto meglio un unghia nude al naturale

  22. Anche io trovo orrendo il gel, specie quando l’effetto è fintissimo e pacchiano! Meglio un’ unghia curata e sana ma naturale e VERA!! 🙂

  23. io ogni volta che leggo sta cosa sono sconvolta,ho fatto la ricostruzione unghie ogni 25 giorni puntuale come un orologio x 6 anni e quando l’ho tolta e ho iniziato a farmi le unghie a casa erano perfette e non ho delle unghie super forti di mio però ho visto anche io veri orrori quindi credo che si tratti proprio della bravura dell’estetista,a volte la fresa in mano a certe è solo un danno permanente,anche quelle che vi fanno pagare 20 euro una ricostruzione sarebbe meglio riflettere sulla qualità dei prodotti

  24. uguale x me 6 anni di fila di ricostruzione e unghie perfette dopo, e nemmeno io ho unghie d’acciaio,buoni prodotti e bravura dell’estetista credo,non fatevi fare la ricostruzione a 20 euro i danni alla matrice dell’unghia sono permanenti

  25. Ah no no se dovessi mai farmele non andrei nè a casa di nessuno ne in posti dove le fanno per 20 euro ma in centri specializzati… anche per me non si risparmia su queste cose, bisogna fare molta attenzione. Non so si vede che le tue unghie reagiscono bene o, come hai detto, la tua estetista è davvero molto brava e usa ottimi prodotti… non so come potrebbero reagire le mie ma sapendo come sono preferisco non rischiare. Per il fatto dell’indebolimento lo dico perchè ho visto mia madre, le mie amiche e molte ragazze che conosco…tutto qui però fidati che ti invidio tanto! Sempre lunghe e a posto…stupende!

  26. Cara Clio, al posto di pubblicizzare prodotti di dubbia qualità (probabilmente avrai i tuoi “interessi”), consiglia di rivolgersi ad una qualificata ed ottima professionista. Sai i danni che si possono fare con quest faidate? Per favore, limitati a rovinare le ragazzine con i tuoi consigli di dubbio gusto sul trucco e lascia a chi ha le basi per farlo quelli sulle unghie.

  27. parlando da estetista questo post mi ha molto “offesa”. Noi studiamo anni, facciamo corsi di aggiornamento, compriamo prodotti di qualità non certo da 3€ su amazon e poi leggo a destra ed a sinistra cose dell’altro mondo! tanto per dirne una le unghie con la ricostruzione NON VANNO MAI LIMATE perché facendolo si va a rovinare la chiusura! La chiusura é molto importante sia per il mantenimento del colore sia per proteggere l’unghia dall’insorgenza di micosi, muffe ed altre patologie. Nel caso di ricostruzione dell’unghia vera e propria tramite cartina limando la chiusura c’è il rischio di far saltare la ricostruzione!!
    Poi mi raccomando lamentatevi quando venite a farvi le unghie…ad ognuno il suo mestiere per favore!!!

  28. Meno male che la maggior parte delle persone che leggono questo post non amano la ricostruzione perché con questi consigli…AIUTOOO.
    1 la ricostruzione non rovina o indebolisce le unghie,semmai è l’operatrice che non lavora nel modo corretto
    2 il refil si fa’ ogni 20/30 giorni(dipende dalla crescita)SOLO DA UNA PROFESSIONISTA!!
    3 sfatiamo questo mito:non è detto che chi lavora in un centro estetico sia esperta a fare unghie.
    Spesso qualcuna si è trovata le unghie rovinate fatte da ragazze con poca esperienza o pochi corsi alle spalle.Si perché è la formazione e l’esperienza che contano.
    3 la ricostruzione non è per tutte.
    Ma in alcuni casi tipo l’onicofagia(il vizio di mangiarsi le unghie)può risolvere definitamente il problema.
    Ma poi consigliare prodotti oleosi e lime per sistemare la lunghezza…è proprio tutto il contrario da fare.
    Clio ritorna a occuparti di quello che sai fare che forse è meglio!!

  29. E’ come se il mio parrucchiere mi dicesse “vai in giro tranquilla con mezzo metro di ricrescita, tanto il colore sulle lunghezze è a posto”.

  30. Faccio la ricostruzione (a momenti alternati) da qualche anno, e anche a me dopo due settimane la ricrescita si vede parecchio! Il mio problema è che se non la facessi mi mangerei senza dignità le unghie. Preferisco le mie mani con la ricostruzione quasi da rifare piuttosto che libere e mangiate fino all’impossibile!

LASCIA UNA RISPOSTA