Ciao ragazze!

Non so se ci avete fatto caso anche voi, ma spesso anche sui red carpet più blasonati le celebrity sfoggiano l’eye-liner senza codina: se viene meno l’effetto cat-eye, il trucco ci guadagna in freschezza e la definizione degli occhi c’è eccome. Ma quindi perché ci ostiniamo a creare la codina perfetta anche se ciò significa passare ore davanti allo specchio in un crescendo di nervosismo e cotton fioc buttati ;-)?

Il primo motivo, ovvio, è che l’effetto è molto diverso, cionondimeno ho spesso l’impressione che l’eye-liner senza codina venga snobbato senza validi motivi, quasi dando per scontato che eyeliner e cat-eye siano sinonimi e precludendosi per questo possibilità interessanti.

Inoltre, anche nei rari casi in cui mi capita di vedere l’eye-liner realizzato senza codina, il risultato è spesso orrendo: la linea finisce troncata di netto, o ancor peggio con una specie di “tondino” o ancora sollevata di un millimetro rispetto all’attaccatura delle ciglia… Insomma, anche se si tratta di una tecnica più semplice del cat-eye, è necessario rispettare alcuni accorgimenti che vi andrò a svelare in questo post. Vi dirò inoltre a chi è adatto, quali sono i diversi effetti che si possono ottenere e i prodotti TOP da usare. Pronte? Allora cominciamo subito :-)!!

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-1-gigi-hadid

PERCHÈ SCEGLIERE L’EYE-LINER SENZA CODINA

Beh, il primo motivo è facilmente intuibile ovvero… che non sappiamo fare la codina ;-D! Quando non siete abbastanza esperte da creare una bella ala simmetrica da entrambi i lati, forse questa soluzione potrebbe fare per voi: è un po’ più facile ma richiede comunque una certa mano e precisione.

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-2-nero

Ma in molti casi l’eye-liner senza codina può essere una scelta ben precisa: all’interno di un no-makeup-makeup (se la linea è sottilissima e quasi impercettibile), per una questione di gusto personale o perché si desidera dare intensità all’occhio ingrandendolo in modo discreto.

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-6-michelle-williams

Si tratta di un effetto molto simile al tightlining, con la differenza che in questo caso l’occhio risulta leggermente ingrandito dato che la linea resta sopra le ciglia anziché sotto.

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-4-trucco-naturale

Inoltre, l’eyeliner senza codina serva a dare definizione quando vogliamo usare un prodotto colorato, magari chiaro, e alla fine ci accorgiamo che allo sguardo manca un po’ di intensità.

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-5-colorato

La stessa cosa vale per lo smokey eyes: se vi sembra che “manchi qualcosa”, potrebbe essere una riga di eyelier senza codina.

EYE-LINER SENZA CODINA: A CHE TIPO DI OCCHI È ADATTO?

Come abbiamo visto, applicare l’eyeliner senza fare la codina può essere una pura scelta estetica, oppure essere determinata dalla forma del proprio occhio. Un classico sono gli occhi incappucciati e/o con palpebra cadente!

 

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-7-emma-stone

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-9-jennifer-aniston

 

In generale si usa nei casi in cui si vuole dare definizione allo sguardo ma senza rendere il trucco occhi protagonista come accade quando l’eye-liner ha la codina.

cliomakeup-eyeliner-senza-codina-8-rachel-mcadams

Ragazze, ferme tutte, perchè nella prossima parte vi svelo come terminare l’eyeliner senza codina e quali sono i prodotti più adatti a realizzare questa tecnica! Seguitemi a pagina 2!!

49 COMMENTI

  1. Eyeliner senza codina a rapporto! Sono anni che ogni giorno mi trucco cosí! Avendo occhi un po’ infossati le cosine a me stanno male. Abbino l’eyeliner sopra con un una la matita sulla rima inferiore esterna, rigorosamente non nera perché mi pare indurisca troppo l’occhio. Qualche volta ho provato a tracciare la riga lungo la rima inferiore esterna con l’eyeliner invece che con matita, l’effetto è bello, ma forse sono ciompa io, però mi fare che applicato sotto l’occhio l’eyeliner tenda un po’ a sbavare, cosa che sopra non succede

  2. Concordo!
    io uso la matita perché vado di fretta (mi trovo molto bene con quella automatica di essence, che tempero e sfumo) ma ammetto che ogni tanto la riga finisce un po spessa, devo farci più attenzione, anche se sfumo sempre verso l’alto come a creare una codina sfumata per evitare il problema ahah

  3. io ho seri problemi con la matita e l’eye liner .. le mie ciglia non sono attaccate in modo lineare, ma ce ne sono alcune più in su’ di altre e quindi non riesco a fare la linea attaccata, ma mi resta sempre quel minimo di spazio bianco che è bruttissimo da vedere .. per risolvere il problema devo passare la matita anche dentro la rima superiore e caricare il mascara … ma ovviamente me lo rende inutilizzabile per i trucchi naturali …
    chi di voi ha lo stesso problema?

  4. Bel post, io lo uso spesso!L’ho fatto ieri con una matita nera con glitterini impercettibili di Pupa….Confermo che l’eyeliner di Deborah è validissimo, sono già al secondo e non lo mollo più!!

  5. Uso la matita automatica di essence, nera. La tempero con il retro di una vecchia matita automatica che aveva incorporato il temperino. La sfumo con il retro di una matita kiko, sai quel gommino appuntito che cè dietro a molte matite? Devi sfumare in fretta pero (io faccio un occhio alla volta) perché essendo a lunga tenuta si fissa velocemente

  6. Ciao Buenosaires, potresti provare a sostituire la matita con un ombretto nero molto pigmentato, in modo da sfumarlo verso l’attaccatura con un pennellino riempiendo tutti i “buchetti”

  7. Grazie Team! in effetti ci avevo pensato l’altro giorno leggendo un vecchio post “come utilizzare gli ombretti che non usiamo mai” in cui si parlava proprio di questo utilizzo 😉

  8. Mai fatta la codina con l’eye-liner 😀 Mi aiuta molto fare prima la riga con la matita e poi ripassare con l’eye-liner: resta tutto più sottile e contenuto

  9. Volevo dire bel post!uso spesso questa tecnica dato che ho l occhio un po’ cadente ma oggi guardando le immagini mi sono innamorata di un paio di rossetti!!!mi aiutate a trovare qualcosa si simile a quello di Scarlett johansonn e di Jennifer aniston?grazie mille

  10. Lo faccio tutti i giorni per un trucco naturale con ombretti chiari per dare un pochino di definizione. In realtà non ne avrei così bisogno perché ho occhi grandi, ma mi piace molto l’effetto perché mi dà allo sguardo quell’aria da pin up. In genere uso pennello angolato e ombretto nero della palette che ho scelto.

  11. Io preferisco mettere l’ eyeliner con un pennello sottile simile a quello da pittura.
    Comunque la manualità è tutto, se la si ha, non fa molta differenza il pennello o la consistenza di eyeliner. Chi è veramente bravo lo riesce a mettere in qualsiasi caso e con qualsiasi strumento

  12. Io lo faccio in entrambi i modi dipende dalle giornate… le mie codine non sono mai troppo alate perchè non mi piace che si vedano esageratamente, seguono molto la fine delle mie ciglia.
    Utilizzo per il momento, perchè sto aspettando da Londra Kat Von D Tatoo Liner, una qualsiasi matita nera oppure i due eyeliner di Essence waterproof. Ho una bella manualità e la mano molto ferma…per fortuna non ho problemi a provare e amo sperimentare.
    Unica cosa che ancora mi manca è un correttore adatto al colore della mia pelle…certo non mi sono nemmeno mai impegnata tanto visto che non lo uso. Mi serve solo in questo momento che ho fatto bruciare 4 macchiette del sole e si vedono. Vi dico cosa ho fatto? Ho messo il Noble di Kat Von D! hahahahahahahhaa a male estremi… tanto è una cosa che dura 5 giorni poi non si vede più nulla…mi sa che sono uscita dal seminato!

  13. grazie per la risposta! devo riprovare allora, perchè quando cerco di unire i tratti viene fuori uno schifo, altro che gigi! 😀 cioè, ho l’impressione che mi imbruttisca l’occhio invece di renderlo più intenso… booo! dove sbaglio?? T.T XD e poi tendo anche un po’ a lacrimare in quel punto, il che non aiuta! lei nella foto ha la matita e non l’eye liner giusto?

  14. Ieri dopo molto tempo ho provato a fare un eye-liner con codine….. per carità! Ho pure ricomprato un eye-liner in penna di smashbox che però ha la punta troppo flessibile e non mi aiuta nella precisione. Per fortuna con il cotton fioc sono riuscita a levare subito la codina e correggere in una linea che finiva con le ciglia. Il risultato mi piaceva ma penso che il nero in generale non faccia troppo per me. Con l’eye liner marrone di wycon ottengo una resa migliore. Amavo quello in pot di maybelline ma mi si è seccato subito, praticamente l’ho utilizzato due volte.
    Comunque è già il terzo-quarto prodotto che compro di smashbox (maledette commesse di limoni) e non ce ne è uno che mi soddisfi.

  15. aspetto con ansia l’eyeliner di KVD…
    per il momento come eyeliner uso una matita nera sfumata! quello liquido ha un peletto svolazzante che mi rovina le codine -_-“

  16. Cipria in polvere libera, orrenda, almeno su di me, mi lucido dopo pochissimo e mi rende la grana della pelle più “grossa”.
    Correttore per occhiaie in versione “pot”, secca abbastanza e nemmeno copre granché. Anche in questo caso la pelle, benché finissima dato che parliamo del contorno occhi, risulta grossolana, non so se riesco a spiegarmi. Penso che dipenda dal fatto che è un po’ pastoso.
    Dell’eye-liner penso di aver detto tutto. La cosa positiva è che si strucca facilmente.

  17. Io spesso uso le matite colorate, tipo marroni o beige perlate.
    In alternativa per allargare lo sguardo il tightlining

  18. Nooo il micio è fantastico!!! Troppo tenero! Grazie mille per questi post ‘tecnici’, ce ne è sempre bisogno!!!

  19. A me qualunque colore a parte il nero non si vede… mi piacerebbe molto di più l’effetto col marrone anche scuro, sembrerebbe più naturale ma risulta poco visibile per me, quindi finisco sempre per tornare al nero…

  20. Io adoro l eyeliner senza codina ma è più forte di me non riesco a metterlo perché non ho la mano ferma ..uff

  21. In realtà di eye-liner messi male ne vedo a bizzeffe pure io (stasera c’è la finale di Master Chef e beh, come non parlare dell’eye-liner di Margherita o anche Adele nel Carpool Karaoke con James Corden e l’eye-liner stampato sulla palpebra).
    Post da condividere il più possibile.

  22. io ho trovato una tecnica che (per me) funziona unico requisito un po’ di pazienza, nelle circostanze seguenti:
    1 palpebra cadente all’angolo esterno quindi la codina è un NO anche se mi piange il cuore perchè adoro il look
    2 non tempero mai le matite, ci faccio un pensierino quando quasi mi cavo l’occhio perchè la punta è arrivata al legno. PS qualcuno sa indicarmi un temperino valido? I miei (rimmel, dior, chanel) lasciano comunque una punta spessa
    Dunque arrivando alla tecnica: faccio tanti puntini quasi tra le ciglia e poi li unisco sfumandoli con un pennellino angolato, se voglio intensificare l’effetto magari intingo il pennellino in un ombretto del colore della matita (quasi sempre marrone o nera)oppure se la matita è morbida l’ombretto ha un effetto fissante e per un effetto ancora più intenso vado di tightlining.non so se sbaglio ma è il primo passo che faccio, poi metto l’ombretto sulla palpebra.
    Ragazze per me è infallibile.
    Andando leggermente fuori tema, ho scoperto il nuovo struccante occhi micellare della Galenic linea Pur all’essenza di melilot. Cercavo un bifasico e il commesso mi ha caldamente raccomandato il prodotto, ero super scettica perchè non è bifasico ma è un prodotto favoloso super delicato, super efficiente e non lascia il residuo oleoso del bifasico. Visto che parliamo di eyeliner…

  23. Molto interessante! Devo imparare e perfezionare questa tecnica “invisibile” perchè non sempre i miei occhi incappucciati accettano la matita nella rima interna superiore, quando sono stanca o ho il raffreddore brucia troppo, l’importante è trovare un eyeliner super waterproof a prova di stampo sulla palpebra cadente! 😉 Il congiungimento fra linea superiore e inferiore invece su di me non funziona perchè l’angolo è ricoperto dalla pelle della palpebra quindi o mi viene bene ma non si vede o si rovina tutto subito in un unico grumo…!

  24. Clio che ne dici di riproporre il look in un tutorial? Credo che mostrando i passaggi diventi ancora più semplice per noi tentare di riproporlo

  25. Io mi sono trovata bene con i temperamatite della Catrice! Ce n’erano color viola ciclamino un annetto fa, non so se ci siano ancora 🙂

  26. L’eye-liner senza coda sembra semplice, ma non lo è. Se si segue tutta la palpebra, spesso ci si ritrova con un effetto “occhio cadente” anche se di natura hai l’occhio dritto o verso l’alto, se ti fermi prima ti rimane troncato. Le poche volte che faccio l’eye-liner senza coda lo faccio col pennellino angolato, è l’unica cosa che mi permette di mantenere sottile la linea nella parte terminale dell’occhio e ottenere l’effetto che voglio. La matita mi rimane sempre troppo spessa, per quanto possa temperarla, infatti ormai non uso più matite occhi e nemmeno mi preoccupo di acquistarne, vado di eye-liner liquido e ombretto nero, che è più versatile, poi se lo bagno viene pure intenso. Avrei voluto comprare l’eye-liner in gel, ma l’effetto opaco che lo fa somigliare alla matita non mi piace affatto.

  27. Io ne ho uno di Kiko con annesso mini bidoncino per raccogliere lo scarto e mi trovo bene, riesce a fare la punta abbastanza appuntita.

  28. grazie vado a vedere oggi ho kiko a portata di mano. Il problema è che non riesco mai a comprare una cosa sola!!!!!!

LASCIA UNA RISPOSTA