Ciao a tutte!

Quante di voi, nel giorno del proprio matrimonio, avevano una o più damigelle? Quante hanno fatto indossare degli abiti orribili per fare in modo di risaltare al meglio? Eheheh 😉 Nella realtà non succede così spesso (per fortuna!) ma nei film, e serie tv, possiamo trovare un sacco di esempi di abiti orribili che fanno sfigurare anche la più bella delle damigelle!

All’interno del post ne troverete di tutti i colori, forme e tessuti! 😉 Volete farvi quattro risate con noi?? Allora iniziamo subito con i peggiori abiti da damigella mai visti sul piccolo e grande schermo!!

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-1

Credits: rockandolive.com

SE SCAPPI TI SPOSO

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-2Credits: bigodino.it

Indimenticabili, in questo film, Julia Roberts e Richard Gere: chi non ricorda la storia di Maggie Carpenter, la donna “fuggitiva” che scappava da ogni suo matrimonio a gambe levate con tutti i mezzi possibili (cavallo, moto, corriere espresso FedEx). Fortunatamente, alla fine, ha incontrato il vero amore, Ike (aka Richard Gere)!


cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-3Credits: matrimonio.pourfamme.it

Ma oggi non siamo qui per parlare della storia d’amore tra i due ma piuttosto dei vestiti delle sue damigelle. La scelta, molto discutibile, è ricaduta su abiti color lilla con fiocchetti sia sul retro che in testa, guanti abbinati e giro di perle sul collo. Molto old fashion, non trovate anche voi?!

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-4Via Youtube

Per non parlare del tessuto lucido!! Chi vorrebbe mai indossare un vestito del genere? Ok, si trattava degli anni ’90, ma siamo comunque verso la fine di quell’epoca!! 😉

IL MIO GROSSO GRASSO MATRIMONIO GRECO

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-5Via Pinterest

Qui potremmo commentare anche lo stile del vestito della sposa, la quale subisce le complesse tradizioni di famiglia di origine greca, ma per oggi ci soffermeremo solo sugli abiti delle d-i-e-c-i damigelle!

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-6Credits: today.com

La parte superiore del vestito non è neanche così male (tralasciando i pois presenti su tutto il vestito e il fiocco al centro del decolté) ma è soprattutto la parte inferiore che ci ha fatte inorridire: la gonna infatti termina con un’esplosione di tessuto che arriva a metà polpaccio, un tipo di lunghezza che mortifica qualsiasi gamba (e donna)!

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-7Via Youtube

Un tripudio di tulle e rose: sembrano essere appena uscite dagli anni ’80 grazie anche all’acconciatura frizé in abbinato! Ottimo spunto però per la prossima festa a tema, o no?!

IL MATRIMONIO DEL MIO MIGLIORE AMICO

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-8Credits: matrimonio.pourfamme.it

Considerato come una delle migliori commedie romantiche di tutti tempi è Il matrimonio del migliore amico, dove troviamo ancora una volta Julia Roberts nei panni della migliore amica dello sposo e damigella d’onore.

cliomakeup-peggiori-abiti-damigella-film-telefilm-9

Alla fine dei conti Julia non è così male nel suo vestito (anche se quel colore e quel tessuto ci disturbano un po’): la vera tragedia riguarda le due cugine della sposa le quali indossano un abito corto davanti e più lungo sul retro, fatto di balze e dai colori improbabili. Che dire poi del cerchietto abbinato? Per noi è un big no!!

Ragazze non abbiamo ancora finito, nella prossima pagina troverete abiti che arrivano da serie tv come Friends, 2 Broke Girls e non solo!! Girate subito a pag.2 per scoprirli tutti! 😉

30 COMMENTI

  1. oddio…discutibili! Io ho fatto la damigella una sola volta e ho messo un vestito beige insignificante scelto dalla sposa che mi stava non male ma nemmeno bene. Alla mia invece di testimone ho fatto scegliere a lei il vestito nel negozio dove ho acquistato il mio, e glielo ho regalato ed era bellissima 🙂

  2. abiti da damigella … usanza tipicamente americana e british! meno male che qui non ha preso molto piede! a me sembra voler mettere sullo stesso piano le testimoni e le decorazioni del matrimonio … anche se per qualche amica dal gusto discutibile potrebbe essere una soluzione , ma se poi vi capita una sposa con il gusto orrido???

  3. Che poi sta cosa che la sposa deve scegliere il vestito della damigella/e proprio non la capisco… io non mi sentirei mai di appioppare un tal vestito a qualcuno, ognuno sa come valorizzarsi al meglio credo.. e d’altra parte mai vorrei che qualcuno scegliesse per me!
    Mah…. per me è proprio una brutta usanza!

  4. Sono d’accordo. Infatti io ho fatto scegliere alla testimone sia il negozio che il vestito e anzi l’ho pure consigliata per trovare il vestito che la valorizzasse di più e poi glielo ho comprato io! A me invece fu quasi imposto quell’abito e me lo dovetti pagare io -.-

  5. Non sarà adatto al l’occasione ma il vestito multicolore di I love shopping lo trovo da urlo per una festa!

  6. Noi siamo un gruppo di sette amiche piuttosto strette, quindi quando una di noi si e’ sposata non ha saputo scegliere una testimone in particolare, e allora ha inventato questa cosa delle damigelle (non perche’ sia particolarmente americanofila). Pero’ a mio parere ha fatto un errore: lasciare a noi la scelta del vestito, uguale per tutte. Ora voi potete immaginare come possa essere mettere d’accordo sei ragazze con gusti, portafogli e fisicita’ completamente diverse. Alla fine, quando abbiamo visto che eravamo sul ciglio del litigio, ci siamo adattate per un vestito abbastanza anonimo, ma che non stesse male a nessuna (e di conseguenza nemmeno bene), che costava poco, era riutilizzabile e molto comodo, al ginocchio, leggero e non aderente (e’ stato il giorno piu’ caldo della mia vita). Da la’ ho capito che se mai mi sposero’, ognuno potra’ mettersi quello che vuole, basta che non si (o MI) stressi.

  7. Ciao a tutte! Quando mi sono sposata mi sono attenuta alla tradizione italiana, ovvero nessuna damigella. Ho solo chiesto alla mia testimone ed alle mie amiche di evitare il nero o di spezzarlo con colori chiari, perché non amo il nero ai matrimoni, soprattutto se di giorno! Comunque, per decidere gli abiti per le damigelle, il confine fra raffinato e tamarro è molto sottile. Trovo molto difficile anche scegliere un taglio di abito che stia bene a diversi fisici e taglie e colori che ben si intonino con ogni incarnato!

  8. Gli abiti da cerimonia… che orrore. Ho proprio il rigetto per tutti i cliché delle cerimonie nuziali. Dai vestiti alle bomboniere.

  9. L’idea in sè non mi dispiace, ma hai ragione sul fatto che non si può avere tutte lo stesso vestito. Magari la stessa fantasia in fogge diverse…

  10. Cosa prevede la tradizione italiana? 🙂
    Secondo me, dato che è impossibile come dici tu trovare qualcosa che stia bene a persone diverse, si potrebbe “imporre” un accessorio di un colore comune a tutte.

  11. Mah, io pensavo che questa delle damigelle fosse solo una americanata cinematografica o solo una tradizione poi esagerata di gente ricca che non sa piu’ che inventarsi. Le damigelle in Italia sono di solito 2 bambini-e che portano il cuscino portafedi e indossano si’ degli abitini dda cerimonia, ma scelti dai propri genitori anche in vista di un possibile riutilizzo per altre e varie cerimonie. Saro’ di parte, ma io lo trovo bello cosi’ il matrimonio, niente pagliacciate cinematografiche. Io,infine sono una di quelle spose che ha visto una invitata (la nipote di mio marito) vestirsi di bianco. Chissenefrega ! tanto il mio abito nuziale era color panna!! …ma non si fa lo stesso !!

  12. l’ abito della cognata di una mia amica era giallo canarino con dietro un fiocco blu!! sembrava l’ uovo di pasqua!! io alle mie damigello ho lasciato piena libertà, ho solo dato loro un braccialetto con un fiorellino bianco (finto, se no tra le danze si distruggeva..)

  13. hahah anke io x non parlare dei fiori!! io ho fatto proprio il minimo indispensabile (solo boquet sempliccissimo e fiori sull’ altare), ma c’è gente ke anke sotto casa crea un vero e proprio giardino fiorito!! per non parlare di tutti quei fronzoli ke servono solo a far spendere soldi!!

  14. In Italia la moda delle damigelle sta arrivando e mentre organizzavo il mio matrimonio, ne ho lette di tutti i colori.. Bridezilla di una cattiveria unica che per mortificare le altre invitate le obbligavano a vestirsi in modi osceni, con solo alcuni abiti e determinati colori. Se avessi la richiesta di andare al matrimonio solo con determinati vestiti/colori con cui mi sento a disagio, starei volentieri a casa (e risparmierei pure un sacco di soldi). Devo ciò, al mio matrimonio avevo una “damigella”, la mia futura cognata, che aveva il solo compito di controllare che il rossetto non sbavasse, che nn avessi i capelli che scendevano ecc. Ognuno si è vestito come gli pareva e si sentiva a proprio agio.

  15. avevamo tentato anche quello, ma alla fine credimi, non era facile, soprattutto perche’ a quel punto dovevamo rivolgerci ad un sarto, e le nostre finanze di certo non lo permettevano. Quello che serve soprattutto e’ elasticita’: una di noi era gia’ partita con “io questo non lo metto manco morta, se scegliamo quello la’ io non vengo, non ho intenzione di non essere al top” etc etc..fortunatamente poi ha capito l’antifona ed e’ tornata nei ranghi 🙂 comunque non va scordato che stiamo lavorando per rendere la giornata speciale soprattutto alla sposa, e semplificarle la vita nella preparazione. Se lei ci avesse voluto con un tubino aderente giallo acido di satin, me lo sarei messo senza problemi (grazie a dio non era quello il caso), carine si’, ma senza farsene una malattia ecco. Non e’ mica una sfilata.

  16. Sono d’accordo. L’importante per me è che nessuno si vesta di nero o bianco a maggior ragione le testimoni. Però sai cosa ho notato? Un certo sciattume, ho amiche che non vanno neanche dal parrucchiere per i matrimoni, o al massimo li fanno sciolti. E credimi che se lo possono permettere. Secondo me matrimonio significa abito+scarpa+borsa+trucco+capelli giusti, certo con un’eleganza d’insieme, ma facendo uno sforzo. Ma magari è solo la mia opinione…

  17. Sei anni fa partecipai come damigella a un matrimonio: abito di due taglie più grande, pieno di fiori finti e ruches color vino, ballerine bianche e zero trucco, smalto o gioielli per volere della sposa. Abbinamento discutibile ed abito ristretto grazie a una zia che sa cucire. Peccato che, oltre ad andarmi molto largo, la sposa insistette per non cambiarlo nonostante la taglia ed un danno al corpetto già presente al momento dell’acquisto, dicendo che erano solo sciocchezze.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here