Ultimamente sui siti beauty spopola un nuovo metodo che promette di eliminare i punti neri in modo efficace, in profondità e senza spremerli.

Si chiama skin gritting, è semplice da fare in casa e secondo molti che l’hanno provato è straordinariamente efficace. Alla fine del trattamento, infatti, i punti neri o bianchi cadono letteralmente dal viso, come rappresentato dalle immagini lievemente ributtanti 😉, ma incisive, che si trovano facilmente sul web.

Dopo che ne abbiamo sentito tanto parlare, abbiamo deciso di provarlo anche noi, sulle nostri pelli differenti e utilizzando diversi prodotti. Se quindi volete sapere come funziona e soprattutto se funziona, leggete il post!

cliomakeup-skin-gritting-1-prima-dopo

SKIN GRITTING PER I PUNTI NERI: COS’È E COME FUNZIONA

Il procedimento per effettuare lo skin gritting è molto semplice e alla portata di tutti. Occorrono solo un olio detergente, un panno in microfibra e una maschera all’argilla.

UN METODO SEMPLICISSIMO DA REPLICARE CON CIÒ CHE QUASI TUTTE ABBIAMO IN CASA

Gli step da fare sono tre. Prima si massaggia l’olio detergente sul viso e dopo qualche minuto si elimina l’eccesso con un panno in microfibra. Poi si mette una maschera all’argilla (ma alcuni usano la maschera nera) e la si lascia in posa per i canonici 10-15 minuti. Dopo aver risciacquato la maschera, si massaggia nuovamente l’olio detergente per 5-10 minuti. È qui che i punti neri dovrebbero fuoriuscire da soli o comunque molto più facilmente.

cliomakeup-skin-gritting-2-risultato Non è quindi un procedimento che si può fare quando si è di corsa, ma a fronte della sua presunta efficacia e della sua semplicità è diventato virale. Ma vediamo com’è andata quando lo abbiamo provato noi!

CEDDY: OLIO DI ARGAN E ARGILLA VENTILATA

Ho la pelle mista e, non avendo un olio detergente specifico, per lo skin gritting ho usato quello di argan puro. Quello che ho io è di LCI cosmetics.


cliomakeup-skin-gritting-4-olio-argan

LCI cosmetics olio di argan. Prezzo: 14,90€

In primis ho massaggiato e poi tolto l’olietto con il panno in microfibra. Già questi due step mi sono piaciuti molto perché ho sentito la pelle morbida e liscia. Poi ho messo la maschera all’argilla. Ho usato un’argilla ventilata pura da mescolare con l’acqua: il rapporto di solito è 2 a 1 – due cucchiaini di argilla, 1 di acqua.

cliomakeup-skin-gritting-5-argilla-verde

Ho usato la Fior di Loto argilla verde ventilata. Prezzo. circa 2,50€

cliomakeup-skin-gritting-3-maschera-argilla

Una volta trascorso un quarto d’ora, ho risciacquato il viso con acqua tiepida, in modo da far aprire i pori, e l’ho massaggiato poi con l’olio di Argan per 5 minuti.

E ora viene il “bello”: specialmente sul naso, facendo dei movimenti dal basso verso l’alto con una lieve digitopressione, sono venuti fuori filamenti sebacei, punti bianchi e qualche punto nero. Rispetto al solito, le imperfezioni presenti sono uscite molto più facilmente e senza dover “spremere” forte, e più numerose del solito.

cliomakeup-skin-gritting-6-massaggioIn generale questo metodo mi è piaciuto molto: non lo definirei “rivoluzionario”, ma la combo tra olio di argan, panno in microfibra e argilla è molto valida per una pulizia viso che è anche una coccola. La pelle, soprattutto sul naso, è più pulita, mentre per il resto è bella morbida e luminosa, soprattutto sulle guance che nel mio caso tendono al secco.

SILVIA E LO SKIN GRITTING DOPO UNA PULIZIA DEL VISO

Per quanto mi riguarda sono costretta a sospendere il giudizio 😉. Ho infatti provato lo skin grittin a distanza di pochi giorni da una pulizia del viso profonda e, seppur ho notato che la pelle dopo era molto più morbida e liscia, non ho avuto alcun risultato in termini di fuoriuscita di punti neri. Mi riservo quindi di riprovare in seguito!

LAURA: PELLE PIÚ MORBIDA E PURA

Anch’io come Ceddy ho la pelle mista e piuttosto soggetta a punti neri e pori dilatati: per questo mi curo molto e faccio regolari pulizie del viso in casa, maschere e scrub. Per provare lo skin gritting ho usato un olio viso che amo molto, il The Body Shop al mango, consigliassimo soprattutto a chi ama questo profumo! E ho abbinato un grande classico di Clio: la Mint Julep Masque.

cliomakeup-skin-gritting-7-olio-visoThe Body Shop olio di bellezza al Mango. Prezzo: 15€

cliomakeup-skin-gritting-9-maschera-mint-julepQueen Helene Mint Julep Masque. Prezzo: 4,94€ su Amazon.it

Ho seguito tutto il procedimento ed effettuato il massaggio per ben 10 minuti. Nel mio caso l’effetto è stato quello di portare in superficie imperfezioni che erano ancora sottopelle, e che poi sono fuoriuscite senza alcuna difficoltà e quindi senza lasciare segni o rossori evidenti. Inoltre anch’io ho trovato che il procedimento sia molto piacevole, una coccola che lascia la pelle morbida e profumata, anche dove di solito è molto secca. Credo quindi che lo rifarò quando ne ho l’occasione!

cliomakeup-skin-gritting-8-procedimento

Insomma ragazze, finora i risultati sembrano buoni ma non miracolosi, vero? Questo perché abbiamo tenuto il meglio per la prossima parte, dove troverete anche le conclusioni! Se quindi volete sapere in che modo può regalare i risultati eccezionali di cui tanto si parla in rete… girate pagina!

39 COMMENTI

  1. Come panno va bene uno di quelli che servono normalmente per struccare (tipo human & kind) o va bene una microfibra qualunque ?

  2. Secondo me devono essere adatti al viso perchè rischi di stressare e “graffiare” la pelle. Almeno, secondo me..

  3. Potrei provarlo, magari uso mio fratello come cavia per affinare la tecnica. Che olio potrei usare che non sia pesante e facilmente reperibile?

  4. Ma ragazze mie, i post sui procedimenti da fare in casa li dovreste pubblicare il sabato così proviamo subito!! 😛 Senz’altro la settimana prossima faccio un tentativo, è facile e non più lungo della mia routine normale.

  5. Fantastico, vado a farlo subito. Una cosa però non mi è chiara, l’olio usato la seconda volta va rimosso sempre con il panno o lasciato sul viso? sorry:(

  6. Ciao! Secondo voi va bene se utilizzo l’acqua micellare all’olio di argan della garnier e poi come maschera all’argilla, la maschera all’argilla alla rosa di sephora? Grazie mille.

  7. Ciao! Ma se non ho oli specifici per il viso va bene anche un normale olio di oliva? E per il panno in microfibra dev’essere quello apposito per struccare o va bene un normale asciugamano? Grazie!

  8. Lo proverò non appena comprerò il panno in microfibra. Costanza potresti spiegarmi i vari passaggi per la pulizia del viso profonda che fai a casa?! Grazie mille!

  9. Mi hanno regalato un campioncino di “pure camellia oil”, che dite può andare? è l’unico che ho specifico per il viso:O

  10. anch’io ho provato con l’olio di oliva e si la pelle mi è sembrat più pulita ma (passami il termine) dai pori non è “uscito” nulla.. bah, magari ho sbagliato qualche passaggio

  11. Ciao Magnolia21! Ci siamo fatti l’idea che con un detergente oleoso sia più efficace. Per l’asciugamano dipende, di solito i panni in microfibra riescono a pulire più in profondità restando al contempo delicati.

  12. Stavo proprio aspettando questo post, anch’io da poco ne ho sentito parlare molto ma avevo paura che non fosse realmente efficace, però anch’io come Chiara ho la pelle grassa e mooolto impura, soprattutto nel naso, quindi spero davvero tanto che anche con me funzioni, devo solo procurarmi l’olio viso e il panno in microfibra

  13. Io ci ho provato la settimana scorsa! Ho una pelle abbastanza sfigata: mista, piena di impurità, ma anche sensibile agli arrossamenti e con un po’ di couperose. Ho utilizzato quello che avevo, ossia un olio detergente di So’ Bio Ètic, e la Rare Earth Deep Pore Cleansing Masque di Kiehl’s (mi era appena arrivata, dovevo provarla!). Non ho provato con la spremitura, ma effettivamente massaggiando ho sentito sotto le dita accumularsi alcune schifezze. Avevo timore che il viso mi si arrossasse molto come si vociferava sul web, ma per fortuna non è successo nulla di tutto ciò. L’unico contro che ho notato è che la mattina dopo e anche per tutto il giorno successivo, nonostante avessi seguito la mia routine di prodotti opacizzanti, avevo la pelle molto più lucida e unta del solito. Comunque vorrei riprovarci presto per vedere se, mettendoci un po’ di pazienza in più, riesco ad ottenere dei risultati più soddisfacenti! 🙂

  14. Io ultimamente sto usando l’olio struccante della L’Oreal (prezzo 9/10 €, si trova al supermercato), deterge bene e si sciacqua facilmente.

  15. devo proprio provarci ragazze, grazie! ho la pelle mista e faccio volentieri questo esperimento 🙂 a momento l’unico olio che ho in casa è quello di cocco, dite che può andar bene lo stesso?

  16. Cavolo, lo proverò sicuramente!! 😀 A casa ho sia l’argilla ventilata che l’olio di mandorle dolci.
    Non vedo l’ora di vedere il risultato!! 😀

  17. Provato ma senza riutilizzare l’olio una seconda volta… Perche non sapevo se poi dovesse essere tolto oppure no… Se non lo tolgo ..per schiacciare i punti neri sul naso fuggono o diti..
    Si deve togliere o no?

  18. L’ho appena provato, ma forse ho sbagliato qualcosa perché non è uscito alcun filamento o punto nero. Ho dovuto farli uscire manualmente. Quello che ho notato è la pelle più morbida, ma per questo credo che sia sufficiente massaggiare l’olio.
    Ho quindi un dubbio, l’olio massaggiato dopo aver sciacquato la maschera, va rimosso sempre con il panno in microfibra oppure va rimosso con acqua?

  19. L’ho provato stamani: la pelle è luminosa e i punti neri sono meno visibili, ma sono rimasti dov’erano (ho preferito non farli uscire manualmente perché non so di preciso come si fa e non vorrei combinare pasticci, visto anche che ho la pelle delicata).

  20. Funziona! Ho concluso con le salviette scrub di Kiko. Meglio della pulizia del viso dell’estetista per Il matrimonio! Grazie!

  21. L’ho provato ieri pomeriggio, risultato fantastico, ma me ne sono accorta solo oggi. Pelle pulita, morbida e soda. L’avessi scoperto alle medie!!!!!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here