Prossimamente, sui grandi schermi, uscirà 50 sfumature di rosso, sequel cinematografico di 50 sfumature di grigio e 50 sfumature di nero, tratti dalla saga letteraria della scrittrice E.L. James. I libri in questione sono diventati dei veri e propri best seller, e tantissime persone si sono buttate a capofitto nella loro lettura, scoperchiando il vaso di Pandora della letteratura erotica!

Questo tipo di narrativa, che ha come tematiche principali la componente carnale dell’amore e la sessualità, tuttavia, non è recente, anzi, gode di grandi classici che sono diventati così celebri e controversi, da essere entrati addirittura a far parte della cultura di massa!

In questo post, allora, vogliamo parlarvi di 7 libri erotici che potranno appassionare non solo le fan di Mr. Grey, ma anche tutte coloro che desiderano una lettura per svagarsi e appassionarsi, con risvolti hot ma…con stile! Siete curiose, ragazze, di scoprire di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica-1

LIBRI EROTICI: IL BOOM DI “100 COLPI DI SPAZZOLA PRIMA DI ANDARE A DORMIRE” DI MELISSA P.

Prima delle avventure di Christian Grey e Anastasia Steele, 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire è stato uno dei libri hot più chiacchierati degli ultimi 10 anni, soprattutto in Italia! Questo romanzo, infatti, è un’opera erotica realizzata dalla scrittrice siciliana Melissa P., pseudonimo di Melissa Panarello, all’epoca della sua uscita 17enne.

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica-9Melissa P., 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire.  Prezzo: 10,12€ su Amazon.it

Il libro, scritto sotto forma di diario, racconta le vicende sessuali e sentimentali della giovane Melissa, ammiccando ai lettori con la presunta autobiograficità della storia, e giocando con l’omonimia con l’autrice. 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire è stato tradotto, inoltre, in ben 42 lingue!


cliomakeup-libri-erotici-letteratura-eroticaL’attrice spagnola Maria Valverde ha interpretato Melissa nella trasposizione cinematografica

L’EROTISMO IRONICO DI MARIE GRAY IN “IMAGINATION”

Imagination propone 7 racconti all’insegna dell’erotismo e della leggerezza

La scrittrice Marie Gray, con Imagination, propone sette racconti erotici che, grazie al potere dell’immaginazione suggerita dal titolo, riescono a trasformare situazioni appartenenti alla vita quotidiana in uno scenario di fantasia, sensualità e leggerezza…piccante!

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica-11Marie Gray, Imagination. Prezzo: 8,25€ su Amazon.it

Mostrando come il piacere e la sessualità possano provenire da ogni contesto, pur suggerendo un erotismo delicato e mai volgare, questa raccolta di racconti ha, come punto forte, soprattutto l’ironia. Marie Gray, infatti, in Imagination mostra  come questo elemento si sposi benissimo con il sesso, proponendo una serie di immaginari giocosi, liberi e spensierati!

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica-12Via Pinterest

LA VERA STORIA DI SECRETARY: “CATTIVA CONDOTTA” DI MARY GAITSKILL

Chi tra di voi ha amato 50 sfumature di grigio, quasi certamente avrà anche visto il film Secretary, in cui si parla della relazione BDSM tra un potente e facoltoso avvocato e la sua segretaria. Ebbene, il film è stato tratto da Cattiva Condotta, una raccolta di racconti ideata dalla scrittrice Mary Gaitskill e pubblicata nel 1988.

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica-14Mary Gaitskill, Cattiva Condotta. Prezzo: 14,90€ su Amazon.it

“cattiva condotta”, la vera storia di Secretary

Le prime quattro storie di Cattiva condotta sono scritte in terza persona e dal punto di vista dei personaggi maschili. Le altre cinque, invece, da quello dei femminili, tra cui figura Secretary, l’unica storia raccontata in prima persona dalla protagonista.

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica

Le tematiche di Cattiva condotta sono tra le più disparate, e vanno dall’amore ed al sesso vero fino al sadomasochismo e alla vita frenetica di New York!

cliomakeup-libri-erotici-letteratura-erotica-2Una scena del film “Secretary”

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva vi parleremo di altri libri erotici e graphic novel che hanno fatto non solo scalpore, ma proprio la storia della letteratura, erotica e non! Andate a pagina 2 per scoprire di che si tratta!

22 COMMENTI

  1. In vita mia ho letto di tutto e tutti i libri citati qui… l’histoire d’o è un libro veramente pesante arrivi alla fine con un po’di angoscia e non molta eccitazione..al confronto 50 sfumature è un libro per educande. .tenetelo presente se volete leggerli! In ogni caso sembrano tutti libri per uomini…francamente la sottomissione -anche solo sessuale – la condivido per qualche serata in camera da letto, ma fuori di là non se ne parla proprio ☝☝

  2. Io non userei 50 sfumature come paradigmi. Ho visto solo il primo film, ed è davvero brutto. È certamente il libro (di cui ho letto solo quale stralcio) non fa parte della letteratura..

  3. Sapete che io ho trovato Lolita più disturbante che erotico?
    Gli altri non li ho letti ma aggiungerei L’amante di Lady Chatterley di Lawrence e gli scritti di Anais Nin

  4. 50 sfumature penso sia la storia più superficiale mai narrata. Eppure il passato dei protagonisti, specialmente mr Gray ne avrebbe dato di spunti da approfondire… e avrebbe reso i libri sicuramente più interessanti. Invece così come sono sembra tutto un pretesto per infilarci le scene di sesso. A questo punto trovo beautiful più complesso a livello narrativo!!
    Gli altri libri non li ho letti, alcuni non mi ispirano proprio, sembrano approfondire di più il lato “patologico” della sessualità più che quello giocoso.
    Ho letto altri libri dalle storie più intriganti, nessuno però indimenticabile.

  5. Per carità, non offendiamo la letteratura mettendoci le cinquanta sbrodolate. Ci sono fan fiction scritte meglio di quella spazzatura.
    Torniamo ai romanzi erotici: per me i capisaldi furono “L’amante di Lady Chatterley” già citato, “Le età di Lulù” della Grandes, e “L’amante” della Duras.

  6. Il successo di 50 sfumature è ancora un mistero per me. Non serve paragonarlo a Histoire d’O o a Lolita, che sono romanzi di tutt’altro tenore, per me esce a pezzi già da un confronto con romanzi rosa tipo gli Harmony. Non mi aspettavo un capolavoro, ogni tanto è piacevole leggere qualcosa di più leggero, ma in questo caso parliamo di un libro scritto male, senza caratterizzazione dei personaggi, privo di approfondimenti psicologici e con una trama banale. Dello stesso genere ho trovato molto più carina la serie Crossfire di Sylvia Day.

  7. Meno male che qualcun’altra la pensa come me !!! Stavo per scrivere lo stesso commento parola per parola !

  8. “L’amante” di Duras… sublime. L’ho letto e nella mia mente, come per Lolita, non lo classifico come erotico. Sono romanzi, punto. Meravigliosamente scritti. E come tutti i grandi romanzi non necessitano di una etichetta.

  9. Concordo con te. Purtroppo ormai gli unici libri che hanno successo tra il pubblico sono quelli scritti in maniera ridicola, senza spessore, perché il lettore deve fare la minima fatica possibile. Non dico che un libro debba essere ostico, ma qui stiamo parlando di spessori imbarazzanti. Riguardo le ‘fanfiction scritta da un’adolescente in preda agli ormoni’ purtroppo se vede lista di ebook più venduti su Amazon, capisci che sono quelle che tirano di più… Tutti ebook con foto di uomini semi nudi e titoli che la dicono lunga… Che tristezza… Questa roba al primo posto e poi i libri un po’ più di spessore ricevono voti bassi perché troppo ostici e criptici.. riguardo Twilight, io purtroppo ho letto la saga alcuni anni fa. A mio modesto parere è una saga scadente, senza spessore, nessuna innovazione, personaggi stereotipati al massimo… Non si merita, a mio giudizio, la fama immensa che ha avuto. Ho capito che è una saga per ragazzi, quindi non un capolavoro letterario, ma se la paragoniamo ad altre saghe per ragazzi, tipo Harry Potter, non c’è proprio storia

  10. Vero, se non altro ha sdoganato certe pratiche sessuali e soprattutto l’idea che a letto non ci sono regole o limiti, quando ci sia rispetto reciproco e il pieno consenso di entrambi.

  11. Anch’io ho avuto la tua stessa impressione riguardo a Lolita, infatti non sono sicura che classificarlo come erotico sia corretto. Se mi ricordo bene, non ci sono scene di erotismo esplicito, ma l’ossessione del narratore per la ragazzina è descritta con una profondità psicologica impressionante.

  12. Dei libri menzionati ho letto solo Lolita e Histoire d’O, sono libri molto belli e trattano tematiche difficili in maniera molto profonda, mi sono piaciuti e mi hanno dato tanto su cui riflettere, però io non so che versione avete letto voi del team, ma a me hanno fatto di tutto tranne che scaldarmi il cuore. Li ho trovati piuttosto inquietanti e cupi nei temi e nel tono … se non ricordo male Humbert cerca di drogare Lolita a soli 12 anni per fare sesso in una camera d’albergo, e se a voi ha scaldato il cuore a me proprio no. Allo stesso modo non mi ha scaldato il cuore la marchiatura di O per quanto nel libro lei sia più che accondiscendente.
    Spero che gli altri libri siano di tono più leggero e meno impegnativi nei temi.

  13. Eh già, purtroppo ora le persone, soprattutto gli adolescenti, non vogliono più fare lo sforzo di ragionare un minimo… e questo vale per i libri come, ad esempio, per i videogiochi.
    Difatti le case produttrici puntano sempre di più alla grafica eccezionale ma creano dei videogiochi estremamente facili e “senz’anima”.
    E dal momento che oltre che di make up sono appassionata anche di lettura e videogiochi (e molto altro ancora) questa cosa mi rattrista.
    Purtroppo le cose interessanti, fatte bene e con dei valori stanno scemando… in qualsiasi contesto.
    Sono consapevole che ciò che ho scritto in questo messaggio sembra un discorso fatto a caso ma purtroppo non ho il dono della capacità di spiegarmi chiaramente eheheheh.

  14. No no ti ho capito chiaramente invece! E concordo. Io non sono una grande conoscitrice di videogiochi, ma ricordo con piacere quando da bambina mi divertivo con le avventure grafiche (rigorosamente nei floppy disk) che giravano sui vari vecchi dos, quando Windows 3.1 era solo un applicazione per il dos… non so se hai presente Che piacere! Non so se hai presente, oppure se sei troppo giovane per quel tipo di viodegoames. Quelli giochi che avevano un avevano un’anima, anche se potevi contavi i pixel alle figure! Poi circa intorno ai 12-13 anni ho giocato un po’ ai Giochi di ruolo stile d&d (io sono una grande appassionata di fantasy, specialmente letteratura. Dove fantasy non è nè Harry Potter ne Twilight)… Nulla in confronto ai videogiochi di oggi. Non mi spiego tutti sto giochi di sparatutto-ammazzatutti ecc… Che vanno così di moda oggi. Non capisco come un genitore possa lasciare un figlio davanti ai quei videogames… Boh

  15. Oddio scusa se rispondo ora ma l’ ADSL della Vodafone mi ha abbandonata e avevo il telefono fuori uso 🙁 Mah ti dirò io sono una ’97 per cui non ho avuto modo di provare i giochi di cui hai parlato ma ti do perfettamente ragione… visto che avevo citato Tomb Raider (il cui primissimo gioco è uscito nel 1996), io possiedo tutti i titoli e quelli più vecchi erano complicati, ovviamente in positivo, e dovevi scervellarti per proseguire. Dal 2006 in poi la difficoltà è diminuita sempre più, l’unica eccezione è il remake del primo episodio uscito nel 2007 che a tratti era abbastanza ostico. Concordo sul tuo discorso riguardo al tenere i bambini davanti ai videogiochi sparatutto ecc, anche se io non capisco in generale i genitori che lasciano i figli ore ed ore davanti a un televisore o uno smartphone, indipendentemente da che genere sia il videogioco D: Giusto pochi giorni fa ero alla Mediaworld e una mamma stava comprando uno degli ultimi Samsung usciti, per la cronaca di 800 e passa euro, al figlio undicenne e continuava a rompere le balls alla commessa perche voleva farsi estendere la garanzia del telefonino (si potrà fare? Boh)… motivo? “Eh tanto so già che mio figlio lo romperà e questo telefono costa un patrimonio”. Ora… SE SAI CHE LO TRATTERA’ MALE COSA DIAVOLO GLI COMPRI UN CELLULARE DA PIU’ DI 800 EURO?! Io questi genitori moderni non li capirò mai e mi demoralizzo ogni giorno perchè appena cerco di spiegare ciò che penso la risposta sarà sempre: eh ma non hai figli, non puoi capire. Va bene, ci rinuncio -.-

  16. 50 sfumature l’ho letto ma non l’ho trovato particolarmente impressionante. Ho letto Lolita proprio dopo averlo visto in questo post, e mi e’ piaciuto molto anche se inquietante, anzi forse mi e’ piaciuto proprio per la sua inquietanza. Dopo l’acquisto di Lolita ho scoperto, grazie ai suggeriment sul grande sito dei libri che tutti conosciamo, “108” di Siniko Mimicon. L’ho trovato ancora piu’ inquietante!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here