Tra le donne in età fertile, circa il 10-15% soffre di sindrome dell’ovaio policistico (nota anche con l’acronimo PCOS), una condizione metabolica ed endocrinologica i cui sintomi possono andare dalle alterazioni del ciclo mestruale e della fertilità, fino all’acne o al sovrappeso. Dopo la sua diagnosi, non è rara l’insorgenza di domande relative alla sua gestione farmacologica e ad eventuali cambiamenti nel proprio stile di vita e routine quotidiani, e la sua gestione, a livelli anche emotivi e psicologici, non sempre è semplice.

Nel post di oggi abbiamo avuto il piacere di intervistare la Dottoressa Stefania Cattaneo, biologa nutrizionista, libera professionista ed ideatrice di Progetto Lotus flower PCOS, un supporto online dedicato completamente alle donne e con una particolare attenzione per coloro che soffrono della sindrome dell’ovaio policistico. La Dottoressa Cattaneo, membro attivo dell’Androgen Excess & PCOS Society, assieme al suo Team, con Lotus Flower PCOS si dedica infatti non solo a dissipare i dubbi riguardo la sindrome dell’ovaio policistico, ma anche a fornire informazioni affidabili, aggiornate e accessibili a tutte e gestite da specialisti riconosciuti del settore, per affrontare a tutto tondo la PCOS.

Tutto ciò che fa parte della vita e della quotidianità femminile è importante, dalle notizie scientifiche fino alla nutrizione e alla dieta e ricette, dall’esercizio fisico alla bellezza e alla cura della pelle. Volete sapere più nello specifico, ragazze, di che cosa si tratta e come la Dottoressa Cattaneo ha risposto alle nostre domande? Non vi resta allora che continuare a leggere il post!

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-2Credits: lotusflowerpcos.com

PROGETTO LOTUS FLOWER PCOS: UN PROGETTO CREATO DALLE DONNE PER LE DONNE

TeamClio: Dottoressa Cattaneo, che cos’è il Progetto Lotus flower PCOS?

Dottoressa Cattaneo: Lotus flower PCOS è un progetto online interamente dedicato alle donne, in particolare alle donne che soffrono di sindrome dell’ovaio policistico (PCOS). Sono una biologa nutrizionista e ho creato questo progetto online per sensibilizzare le donne verso questa sindrome e per fornire informazioni affidabili, basate sull’evidenza scientifica.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-4

“Il nostro è un punto di vista non-medico ma finalizzato al benessere delle donne con PCOS”

Io e il mio team di esperte (Ambra, Barbara, Lavinia, Valentina e Rachele) abbiamo creato un contenitore di informazioni per rispondere alle domande più frequenti che le donne si pongono quando hanno a che fare con questa sindrome. Il nostro è un punto di vista non-medico ma finalizzato alla salute, legato al benessere delle donne con PCOS, che non devono sentirsi “ammalate”.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-22

Ho creato questo blog multi-autore per essere al fianco delle donne e fornire supporto e aiuto sulla gestione della PCOS nella vita quotidiana. Tutto, per prevenire le conseguenze a lungo termine di questa sindrome, che includono malattie cardiovascolari e metaboliche, oltre ad un aumentato rischio di sviluppare patologie tumorali.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-13

SINDROME DELL’OVAIO POLICISTICO: FACCIAMO CHIAREZZA

TC: Che cos’è la sindrome dell’ovaio policistico?

DC: La sindrome dell’ovaio policistico non è una malattia ma, per l’appunto, una sindrome, ovvero un insieme di disturbi che riguardano l’equilibrio endocrino e che intaccano la femminilità delle donne. Le attuali stime inquadrano la PCOS come un disordine estremamente diffuso nelle donne in età fertile, perché riguarda il 5-15% di quelle fra i 15 ed i 45 anni.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-11Ovaio policistico. Credits: liquidarea.com

“Purtroppo, la metà delle donne con PCOS non sa di averla”

Purtroppo, la metà delle donne con PCOS non sa di averla. Cosa comporta? Segni e sintomi molto importanti e ben conosciuti dal mondo femminile: irregolarità mestruali o assenza di ciclo mestruale, acne, eccesso di peli su viso e corpo in posizioni tipicamente maschili, ansia e depressione e vari sintomi metabolici come alterazioni dell’equilibrio di zuccheri nel sangue (glicemia e insulina), difficoltà a perdere peso o facilità ad ingrassare.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-12

UNA SINDROME DA NON SOTTOVALUTARE

Non è tutto: la sindrome dell’ovaio policistico incrementa di rischio di sviluppare diabete di tipo 2 dopo i 40 anni, infertilità, malattie cardiovascolari e tumore dell’endometrio. Non esistono certezze su quale sia la causa della PCOS: fattori genetici, familiarità, inquinamento, ma anche cattiva alimentazione e sedentarietà.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOS-9Ambra Orazi, esperta di cucina del Team di Progetto Lotus Flower PCOS. Credits: lotusflowerpcos.com

Di certo, invece, si sa che non esiste un farmaco specifico per curarla, ma solo alcuni principi attivi che il medico decide di prescrivere alla paziente quando presenta condizioni conclamate come alterata glicemia, peli in eccesso, acne o irregolarità mestruali. Tutti i più importanti ricercatori del mondo sono concordi su un punto: il trattamento di prima linea deve essere il miglioramento dello stile di vita, che include sana alimentazione e attività fisica costante.

cliomakeup-progetto-lotus-flower-PCOSLa cucina del Lotus Flower con gli elementi della dieta mediterranea. Credits: lotusflowerpcos.com

Ragazze, l’intervista non finisce qui! Quali sono i miti da sfatare sulla sindrome dell’ovaio policistico, e che differenza c’è con le cisti ovariche e l’ovaio micropolicistico? E quali sono i segnali che il nostro corpo ci manda in caso di PCOS? La Dottoressa Cattaneo risponderà a questa e altre utilissime domande a pagina 2!