Ciao ragazze!

In questo post voglio parlarvi di rossetti! Ma né di nuove collezioni e colori, e neanche di quali sono i miei preferiti o i peggiori, bensì di strani metodi per crearli, conservarli e usarli!
L’idea mi è venuta grazie a una di voi che mi ha scritto nella sezione Chiedi a Clio, in cui mi faceva vedere un video della makeup artist australiana Sharona Farrel  che mostrava i suoi rossetti Mac in una versione decisamente fuori dal comune!

6367db4a21ef11e39ebd22000aaa21ed_7
E non si tratta né della mia fighissima chiavetta USB…
... né dei miei fazzoletti! :D
… né dei miei fazzoletti! 😀

Il suo procedimento (non nuovissimo) serve per evitare lo spreco dei rossetti che stanno per finire, o che magari si sono rotti e non possono più essere usati con il loro packaging normale. In pratica bisogna procurarsi prima di tutto dei mini contenitori simili a quelli degli ombretti minerali in polvere. Si preleva bene il rossetto dalla sua posizione originale e si appoggia dentro.

IMG_3503-1024x682

rossetti sciolti

Il tutto finisce in forno a microonde per pochissimi secondi oppure in forno normale a 100 gradi per 10 minuti. Un’alternativa è quella di sciogliere prima il rossetto da solo a bagnomaria e poi versarlo nei nuovi contenitori. Da semi-liquido, il rossetto poco dopo riacquista la sua consistenza e da quel momento naturalmente si può prelevare solo con un pennellino da labbra.
Non tutti i rossetti però possono essere sottoposti a questo procedimento: quelli opachi, una volta sciolti e poi ri-solidificati, tendono a rimanere troppo secchi, perché la loro formulazione è naturalmente diversa da quelli classici più cremosi.
Insomma, un procedimento probabilmente valido e sicuramente contro ogni spreco, ma forse un pochino laborioso…
Ne so qualcosina comunque anche io, che in quanto MUA, ho un metodo semplice e pratico (senza sciogliere nulla però) per portarmi dietro i diversi rossetti quando sono in giro per lavoro:
IMG_2898

IMG_2901

Ne scelgo alcuni tra quelli che mi piacciono di più, di solito Mac o Nars, belli pigmentati e non trasparentini. Ovviamente anche in questo caso il metodo di applicazione è con il pennellino, e la comodità sta nel fatto che, oltre a non dover portarsi dietro tanti rossetti singoli, si possono creare più sfumature e colori personalizzati, perché naturalmente i rossetti in questo modo si possono mischiare tra loro. I colori belli intensi aiutano in questo senso, perché una volta mischiati si capisce meglio che tinta otteniamo. Come vedete ci ho messo dentro anche un colore molto scuro, quasi blu e nero, e un burrocacao, perché così posso ottenere anche un rossetto più idratante.

Detto questo non potevo poi parlarvi del mitico rossetto creato da me  qualche mese fa alla Bite di New York! Vi ricordate? Vi avevo fatto vedere un’anticipazione su Facebook su quello che era il risultato dopo una giornata emozionante da piccolo chimico! 😀
941683_10151545451961051_251235163_n

La Bite (un brand di prodotti naturali arrivato da poco negli Usa) aveva appena aperto un negozio a Ny e c’era la possibilità di unire diversi colori e profumi per creare il rossetto dei nostri sogni 😉 Il mio l’avevo creato miscelando il fucsia, il corallo e il profumo di ciliegia!
E non contenta ci ero ritornata dopo poco per crearmene un altro!
e41fe0f4d2b511e285f822000a9e5e0a_7

f16f0944d05611e2918122000a9f4d8a_7
Questo è stato il risultato sulle labbra!

Le più attente si ricorderanno anche che avevo girato un video in cui facevo vedere il procedimento e se non ricordo male una di voi me l’aveva anche chiesto qualche settimana fa… Ebbene, eccolo qui (in versione light perché durava delle ore! 😀 Spero vi piaccia!

 Ma ultimamente c’è qualcos’altro che gira sul web e che fa vedere come è possibile creare dei rossetti in casa. Stavolta però non si parte da rossetti vecchi o quasi finiti, bensì da pastelli a cera!
Ebbene sì ragazze, qui si torna tutte un po’ bambine! 😀 I pastelli in questione sono quelli famosi (per lo meno in America) della Crayola, azienda americana famosa per non usare sostanze tossiche ma solo ingredienti sicuri e adatti ai bambini.
crayola-crayons

Qui il procedimento è simile a quello per sciogliere dei classici rossetti. Si spezzettano i colori e si mettono sempre a bagnomaria. Per dargli un effetto che sia più simile a un ‘rossetto’ bisogna però aggiungere altri ingredienti. C’è chi usa solo olio di cocco, e chi aggiunge anche vaselina. Insomma, una vera ricetta per creare un rossetto fai-da-te che però, se devo essere sincera, mi lascia qualche dubbio. Insomma, non è che mi fidi tantissimo di questi pastelli sciolti e poi messi sulle labbra come un comune rossetto. Ma intanto persino la famosa e camaleontica Promise Phan, cognata della celebre Michelle l’ha provato. Il risultato? Giudicate voi! Certo che forse alcuni colori sono più adatti al Carnevale…eheheh

Allora ragazze che mi dite? Vi attirano questi metodi per creare rossetti in casa? Conoscevate questa tecnica di sciogliere i rossetti per recuperarli o semplicemente conservarli diversamente? L’avete mai provato? Fatemi sapere cosa ne pensate! Un bacione all prossima! :-))

109 COMMENTI

  1. I tuoi post sono sempre molto interessanti! Ciao bella Clio, tra poco x me inizia una lunga giornata lavorativa… Un bacione

  2. Buongiorno Clio! Io ho unito un pò di rossetto con il burro cacao, speravo che così avrei avuto un burro cacao che mi colorasse le labbra, in realtà non colora poi molto oltre che dalla pigmentazione del rossetto da cosa può dipendere questa cosa?

  3. non conoscevo queste tecniche anche perchè non uso molto i rossetti… una volta però ho seguito il tuo consiglio di miscelare un ombretto con gloss trasparente e ho ottenuto quello che desideravo! rimaneva pur sempre un gloss colorato e non un rossetto ma a me sembrava di aver già fatto molto!! 😀

  4. ciao Clio, ti ringrazio e sono felicissima che la mia domanda ti abbia ispirato questo post.
    mi hai davvero chiarito le idee sui rossetti in vasetto…. e x quanto riguarda i crayons neanche io li userei come rossetti. anche se fatti con prodotti naturali,sono certamente scadenti rispetto ai prodotti che si userebbero x le labbr.
    bellissimo il tuo rossetto della Bite,potrebbe essere un bel souvenir da new York. un beso and Happy week :-*

  5. Non credo di aver bisogno di queste tecniche perché quando un rossetto è arrivato al bordo lo uso sempre col pennello finché non l’ho scavato cocompletamente!

  6. Ecco cosa farò oggi all’asilo con i miei bambini !!! Disegni con il pastello ?!?!? Nooooo… Rossetti a gogó !!! Evvai

  7. Dai, vi prego, lasciamo le cose come stanno! Rossetti alle mamme e pastelli alle bambine! Invertiamo i ruoli? Da bambina prendevo di nascosto i trucchi della mia mamma. Tra qualche anno ci troveremo a chiedere i pastelli alle nostre bimbe? (Tra qualche anno perché son piccolina ancora, 21 anni).
    Comunque buon inizio settimana! Io corro all’ università!
    Bacii 😉

  8. Ciao a tutte! Il rossetto personalizzato, chi non lo vorrebbe… io vorrei proprio farmi quello del bite.. mi ispira proprio tanto,
    Per quanto riguarda il metodo dei pastelli, non so, non mi ispira molto mettermi a pasticciare per creare cosmetici..

  9. Mi piacerebbe un sacco creare anche a me il mio rossetto, o creare quel colore che ancora non sono riuscita a trovare e che mi fa impazzire e magari metterci la fragranza que piú mi piace, come hai fatto tu!! Anche se devo esserti sincera qul fucsia che hai creato con profumo a ciliegia mi ispira parecchio hehehe un baciottolo

  10. mmmm avevo letto di questa moda dei rossetti fatti con i pastelli a cera ma, calcolando che i pastelli a cera sono tossici, nn so quanto sia una bella idea.. Io di solito li compro ma alcuni me li sono fatta da me, ci sono molti video che aiutano in primis quelli di Carlitadolce. Io ho usato materie prime ecobio: olio di cocco, burro di cacao, burro di karitè, cera d’api e mica. La mica è quella che dà il colore. Sono duraturi e sono proprio favolosi! Li adoro!

  11. Che figataaaaaaaaaaa!!! Anch’io lo vorrei creare il MIO rossetto! Ma ad esempio
    Quanto costa fare una cosa del genere? La qualità del rossetto è buona?

  12. Clioooooo…I pastelli ahahahahaha Stranissimo certo come procedimento…Ma la fantasia serve sopratutto a questo!!!Certo è difficilissimo almeno per me trovare una tonalita’ che mi stia da dio…Io per esempio mi ritrovo sempre a comprare stranissime tonalita’ di fuxia…che non mi donano per nienteeeeeeeeee….Quindi ben venga l’idea di un rossetto unico e perfetto per te…:):):)Assie mille

  13. Mi piace molto l’idea di creare un rossetto personalizzato come nel negozio a New York ma non quella dei pastelli xk non mi fido e credo che costerebbero di più quelli che i rossetti e che ci sarebbe uno spreco di alcuni colori che non utilizzerei… Per quanto riguarda il peodotto rimasto nel rossetto basta un pennello!

  14. uuuh che bello potersi creare un rossetto personalizzato, adorerei poterlo fare. La mia unica esperienza con lo sciogliere rossetti è stato quando ho sciolto assieme due rossetti che mi stavano malissimo (un nude troppo rosa che mi faceva sembrare appena morta e un colore troppo da vegliarda) per crearne uno nuovo piuttosto carino (avevo anche aggiunto metà di un burrocacao per renderli più idratanti).
    Comunque…ma che bella è la commessa che ti ha creato il rossetto? Sembra davvero una ragazza stupenda.

  15. Ciao, avevo usato il metodo rossetto rotto messo in scatolina e usato con pennello, o con le dita, ma non avevo pensato di scioglierlo!
    Invece mi diverto con Nettare x labbra di Neve miscelato con le polveri x creare gloss e rossetti 🙂

  16. ehm…..non sono ancora arrivata alla fine di nessun rossetto, ma credo che per me sarà più comodo e pratico lasciare i rimasugli di rossetto lì dove sono e applicare poi col pennellino.
    Sul fatto di usare i pastelli a cera…non so, non mi ispira molto.
    Invece trovo proprio interessante quello che hai fatto tu, Clio, anche se credo che per diversi motivi non lo farò mai!
    Un bacio!

  17. Ciao a tutte! Post interessante, come sempre. Non so se mai proverò a creare rossetti dai pastelli ma una cosa è certa: non mi fido neanche dei rossetti che contengono petrolati e in generale sostanze non ecodermocompatibili!

  18. Ciao Clio! Il colore del rossetto che hai creato tu è bellissimo e ti sta proprio bene!
    Invece la creazione del rossetto con i pastelli a cera non mi ispira molto, mettere dei pastelli a cera sulle labbra? Mha, non mi piace, lo facevo quando ero bambina!

  19. Il rossetto che hai creato è proprio stupendo!!! Mi sarebbe piaciuto avere il tempo di andare in quel negozio quando ero a New York…ma c’erano trooooooppe cose da vedere!!!!
    Bella l’idea dei pastelli di cera…ma vorrei capire bene che ingredienti qualcuno lo sa??hanno non mi fiderei a metterli sulle labbra :-)))

  20. Che post interessante!!mi piacerebbe avere un rossetto personalizzato anche se non saprei proprio che colore scegliere eheh! per quanto riguarda i pastelli a cera, io non metterei mai un rossetto creato in quel modo perchè non mi fiderei molto “delle etichette” che dicono che il prodotto non contiene sostanze tossiche, anche se magari è la verità. Insomma io preferisco metodi tradizionali, se finisco il rossetto, quello che rimane lo raccolgo con il pennellino 🙂

  21. Clio no,non conoscevo questi metodi :D!
    Comunque quella dei pastelli é una pessima idea,sono tossici!Quindi,in sostanza spero che la Bite venga anche da noi. ;)…..altrimenti amen,continuerò a comprarli come facevo sempre 😉
    Un bacione a tutteeee

  22. <3 <3 anche io seguo Promise! La adoro! E avevo visto da lei questo metodo per creare lipstick! Dovrò provare eheh!
    Il tuo rossetto della bite che mi avevi regalato per aver indovinato il nome di Toti (Papaya eheh) lo adoro!! è un colore stupendo, dura tantissimo, non mi secca le labbra (Soffro di dermatite e di secchezza ne so qualcosa!) Un bacioneee

  23. Ecco svelato il segreto dei rossetti in vasetto!!! 😀
    Non mi ricordavo che avevi fatto un video quando avevi creato il rossetto alla Bite…

  24. Clio… mi piace tantissimo il tuo nuovo rosso.. che colore ti ha fatto il tuo parrucchiere cosi posso andare a chiedere anche io? 🙂

  25. Ma che bellooo!! A proposito, qualche mese fa ho comprato un rossetto rosa della wet ‘n wild ma appena l’ho messo è diventato secco (essendo mat). Ora, mi chiedo, come potrei dargli una consistenza più cremosa??

  26. Bellissimo post 🙂 in effetti io non ho mai provato a mischiare i rossetti.. Li ho solo messi uno sull altro 😀 che palette usi tu per portarteli dietro ? Cosa potrei usare ? Per i rossetti con i crayon sono un pò scettica…. Preferisco i rossetti, perché sostituirli???

  27. Ragazze lasciate i pastelli a cera nella loro forma originale…a meno che vi piacciano i prodotti zeppi di paraffina! Mi sento il contorno labbra increspato e zeppo di punti neri solo al pensiero!

  28. Quello in negozio è veramente una figata! Penso che se avessi i soldi sufficienti ci passerei le ore a farne di ogni tipo **
    Quello con i pastelli non so, da una parte mi lascia un po’ scettica questa tecnica perché ovviamente non è una cosa usuale però dall’altra è geniale! Magari potrebbero andare per occasioni un po’ particolari o, nei colori più normali, anche per un look di tutti i giorni ma non da mettere sempre.. In realtà non so perché sono così scettica, in fondo non sappiamo bene nemmeno cosa ci sia nei rossetti comuni quindi bisognerebbe essere sempre sospettosi però…sono i pastelli che usavo da piccola, come possono essere anche rossetti all’infuori di un disegno su un foglio?? xD

  29. Qualcuna di voi ha mai provato il nettare per labbra di neve? Ti puoi fare il rossetto che vuoi con le polveri minerali! Mi incuriosisce troppo ma non so se spendere soldi a occhi chiusi!

  30. Ma se i pastelli a cera si possono sciogliere per fare un rossetto, posso essere usati anche come blush in crema a questo punto? Forse sarebbero poco sfumabili ma… usando la fantasia, tu cosa useresti per rimediare a questo inconveniente??
    (ps. anche se, cmq, l’idea in sè di usarlo come rossetto lascia perplessa anche me!)

  31. Si si avevo letto il post,però non so…non ne sono molto convinta :-/…ma forse é solo la mia malafede ;)!ci saranno schifezze anche in tanti rossetti in commercio!

  32. Beh puoi sempre farli da te con c’era d’api, burro di karitè o di cacao, olio e pigmenti colorati, non ci vuole poi molto. In sostanza sostituisci i pastelli a cera con la c’era d’api (quella per fare le candele per intenderci) e pigmenti colorati.

  33. Ciao Clio!!! Beh l’idea si creare dei rossetti con dei pastelli non mi attira x niente…invece una cosa che voglio assolutamente fare quando verró a New York è di creare alla Bite il mio rossetto!!!!!!!!! Sarebbe una cosa fantastica mettermi il mio personale rossetto!!!!!!! Un bacione Cliuzza e grazie x questo bel post :-)) PS: sei adorabile nella foto con gli occhiali da sole rosa e il TUO rossetto ;-)) besooo

  34. anche io avevo visto i rossetti fatti coi pastelli, ma è una cosa che non mi piace per niente! A questo punto meglio usare una polvere libera e mescolarla con un po’ di olio di cocco e cera d’api…penso faccia meno male della paraffina dei pastelli!

  35. ciao Ilaria, purtroppo credo che se provassi a dargli più cremosità (ad esempio miscelandolo con un burrocacao) perderebbe il finish mat! Quindi non saprei, al massimo metti prima un burrocacao sulle labbra e poi passa sopra il rossetto. Purtroppo può accadere con i rossetti opachi che diventino troppo secchi! 🙂 besooo!

  36. eheh ebbene sì, ma non l’avevo mai pubblicato perché era extra-long! ahahah 😀 spero vi sia piaciuto!

  37. E’ molto bello il rossetto che hai creato! Mi piace la tonalità!
    Uffa, lo voglio pure io! =) Probabilmente non verrei più via dal negozio!! XD

  38. io ho il nettare labbra 🙂 ha una consistenza molto liquida e sulle mie labbra tende a seccare e non nutre. diciamo che sono soddisfatta a metà, ma dipende dal tipo di pelle, alcune lo trovano favoloso! io lo alterno al mio gloss preferito (è un balsamo labbra di Madara Cosmetics) con cui miscelo rossetti e pigmenti minerali (tutti neve). i minerali di neve sono stupendi, stessa cosa per minerale puro, che ha lanciato la sua versione di nettare labbra poco fa se ti interessa 🙂 in conclusione io non ne sono rimasta entusiasta, preferisco a quel punto miscelare i pigmenti con burro di karitè e una goccia di olio.

  39. io da anni fondo i rossetti che acquisto e che dopo un po’ non mi piacciono più..li metto in un contenitore che deposito in un pentolino, e li faccio fondere a bagnomaria, dopodichè li metto in un contenitore vuoto di rossetti, li lascio raffreddare, e dopo li posso usare…certo non vengono con la punta, hanno tracce ai lati, non sono lisci come quelli nuovi, ma non ho gli stampini come nel video..

  40. Ciao! l’ho già fatto più di una volta. Riciclo quello che resta nei rossetti finiti. Sciolgo a bagno maria unendo anche diverse tonalità così da creare un nuovo colore…. Verso il liquido direttamente in nuovo dei contenitori “svuotati” e metto in frigo per qualche ora. Così non devo usare il pennello per applicare il rossetto. La consistenza del nuovo rossetto è più “morbida”, diciamo così, ma si riesce ad applicarlo senza problemi 😉

  41. Ma quindi, io potrei mettere un pezzetto di uno un pezzetto di un’altro e di un altro ancora, scaldarlo e mi ritroverei con un rossetto unico??? ……..mi piace……
    *-*

  42. il metodo di riciclare i rossetti rotti etc.. mi piace molto un po meno quello con i pastelli a cera anche se il risultato non è niente male, quanto vorrei che anche qui in italia ci fosse un negozio dove ti puoi creare tu il rossetto come li a ny, prima o poi cederò alla tentazione di venire a new york;) anchio vorrei saperlo la qualità del rossetto fai-da-te è buona? ci faresta una piccola rewiew?;)
    un big baciu cliuz:)))

  43. ma seguendo il procedimento di far scaldare le diverse paste non si corre il rischio che si rovivino con il calore?

  44. io ho provato la versione della essence e non è niente male, però quello della neve non saprei dirti

  45. Clio spiega che per il metodo dei pastelli a cera si devono (ovviamente) usare quelli non tossici, che sono i Crayola (cito “azienda americana famosa per non usare sostanze tossiche ma solo ingredienti sicuri e adatti ai bambini”). Anche Promise dice che è importante usare quel tipo di pastelli.
    Comunque secondo me se una persona vuole crearsi da sola un rossetto è meglio fare come hai fatto tu, ovvero usando materie ecobio ^__^

  46. Neanche io sinceramente mi fido dei pastelli: chissà che cosa c’è dentro…
    domanda: se metto nel forno le jarrine per i rossetti, se sono di vetro non si rompono? E se sono di plastica non si sciolgono? Oppure a 100 gradi va bene perchè non è una temperatura troppo alta?

  47. voglio provarciiii…pero il 1 metodo perchè quello con la vaselina non mi convince perche so che fa male poi bho ahahah 🙂

  48. Io dopo averlo visto ho provato a fare il rossetto con i pastelli e devo dire che mi ha dato l’effetto di un rossetto classico davvero perfetto, ora devo provare a rimetterlo nei vecchi contenitori

  49. I pastelli sono una figata! 😀
    Però forse è meglio spendere qualcosina in più per comprare un rossetto e non pochi euro senza sapere cosa si sta mettendo sulle labbra 😉

  50. Ciao Clio! Si, avevo già provato a mettere sotto il burrocacao, vorrà dire che continuerò a fare così 😀 Grazie mille per la risposta! bacioo :*

  51. Ammetto che se avessi un negozio qui a Roma per un rossetto fai da te, approfitterei volentieri, anche se da quando ho scoperto i rossetti Mac sto andando in banca rotta visto che ogni volta che entro lì non riesco a uscire senza averne comprato uno…o due e costicchiano pure un bel po’, però sono strepitosi. 🙂

  52. io avevo uno matt della linea di Kate Moss e ho aggiunto un pò di olio di cocco ed è più cremoso ma l’effetto matt si è ridotto…ma sempre meglio che buttarlo via 😉

  53. interessanteeee anche io voglio creare un rossetto con i miei colori preferitiiiiii *___* non penso di farli da sola perchè non ho la pazienza e nè il tempo di mettermi a farli… kiss

  54. puoi usare le polvere minerali semplicemente mischiandole a burri labbra neutri o vaselina o gloss trasparente, non spendere soldi

  55. Prova a metterle tipo in una tazzina o in un piattino così sei sicura di non far fondere niente 🙂 altrimenti io ho usato il metodo di metterli in un cucchiaio grande e scioglierli con un accendino tenuto sotto il cucchiaio abbastanza distante da non far bruciare subito tutto il contenuto 🙂

  56. Interessante l’idea di mescolare i pigmenti al burro di cacao…. Ma sono adatti tutti o qualcuno può essere tossico? Ossia, bisogna cercare pigmenti per labbra o vanno bene tutti?

  57. non ci crederai ma io già da piccola mi piaceva sperimentare nel sciogliere i rossetti, magari spezzati o finiti…essendo piccola quei pochi che avevo li tenevo come fosse oro…ma 1 volta finiti li mischiavo insieme, li scioglievo, e con l’aiuto di un pezzetto di carta (quello da cui si staccano le etichette che è impermeabile e il rossetto nn restava attaccato..) lo arrotolavo formando 1 cilindro, lo infilavo nel rossetto svuotato, e gli colavo dentro quello mischiato…una volta solidificato piano piano sfilavo la carta e il rossetto era pronto….mamma mia mi hai risvegliato questo vecchio ricordo che avevo insabbiato!!!!!!!!!!

  58. Creare il mio tono di rossetto, mi potrebbe piacere, se poi ci si potesse aggiungere quel tono della fragranza che piu’ ci piace 😛
    Ma onestamente, usare i pastelli come rossetto, ecco mi darebbe da fare..come mi dava da fare vedere le amiche a scuola farsi le unghie con gli uniposca, o scriversi sulle mani per imitare i tattoo..poi mai dire mai.. metti che lo trovo, lo provo e poi mi piace?! 😀

  59. Io guardo sempre i rossetti affascinata, però li porto pochissimo…uso sempre i gloss, e se devo usare un rosetto lo uso rosso e possibilmente matt. Il fatto è che non riesco a capire che tipo di colore mi sta bene…se metto dei colori troppo accesi, mi sembra di essere un vampiro…

  60. fa parte della linea colour arts, quella con i pigmenti. avevo comprato sia la base occhi che quella per le labbra, però non so se ci siano ancora

  61. Beh…considerando che i colori a cera della crayola sono ingeribili (è scritto sulla confezione…e mi ricordo che quando ero piccola mia zia da New York me li riportava spesso proprio perchè non erano tossici e anche se ingeriti non causavano problemi) l’idea di crearci dei rossetti non è poi così male!certo…sicuramente l’intensità e la durata non saranno delle migliori però può essere anche un modo per giocare un pò! 😀 io di solito preferisco usare le polveri minerali (ombretti e blush) e un gloss/burro! 😀

  62. Ciao Cliuzza! Scusa la mia ignoranza ma tra sciogliere il rossetto, metterlo in una pot, prelevarlo col pennellino e lasciare il rossetto avanzato lì dove sta e applicarlo sempre col pennellino c’è differenza? Forse è solo per avere un packaging meno ingombrante ma mi sembra una cosa molto “ufficio complicazioni affari semplici”… 🙂

  63. Almeno che non ci sia sugli espositori, non credo verrà riassortito perchè i pigmenti fra poco nn ci saranno più 🙁

  64. Ho visto il metodo del cucchiaio su Youtube da una ragazza, proverò!
    Sai perchè non mi convince il metodo del forno…perchè una donna che conosco ha messo una bottiglia di vetro con dentro la salsa di pomodoro a cuocere ed è scoppiato tutto…vetri ovunque, sulle gambe…preferisco fare a bagnomaria!

  65. Uuh ma che bella l’ idea di andare al negozio e scegliere il colore che più ci piace e vedere come lo relizzano!
    Comunque è possibilissimo anche farsi rossetti in casa ( non con i pastelli che mi lasciano un po’ perplessa ) partendo dai pigmenti naturali, cere e olii, io ne faccio diversi, sono fantastici, scelgo i colori che più mi piaccioni e in più so cosa contengono 😀

  66. Ahah ecco perchè non lo ricordavo.. Ah Clio, volevo chiederti se per caso hai provato i nuovi ombretti in stick della deborah gli extra pearly stick..

  67. Guardando questo post penso che sarebbe davvero “stràfico” xD se Clio come Giuliana iniziasse a creare una linea di cosmetici tutti suoi!
    Potresti mettere in commercio il tuo fuxia perfetto! 😀

  68. clio!!! dove si possono acquistare quelle palettine vuote per mettere i rossetti dentro!!???

  69. Ciao Clio! Volevo sapere che rossetto hai utilizzato per il tutorial su gli eye liner, perché é stupendo!

  70. Ma dopo che i rossetti si sono riscaldati sciogliendosi….non diventano “brutti”??cioe nn dovrebbe valere la cosa d tenerli in un luogo fresco?

LASCIA UNA RISPOSTA