Ciao ragazze!

Oggi parleremo di un argomento che credo di non aver mai affrontato qua sul blog: la pedicure! Mi rendo conto che l’estate ormai sta finendo e che presto torneremo alle scarpe chiuse, ma finché il tempo permette di indossare i sandali è bello avere pedi e unghie in ordine e ben curati! Per saperne di più leggete oltre!

Schermata 2014-09-01 alle 11.34.29

I piedi sono tra le parti del corpo che più spesso le donne “dimenticano” di avere; sono poche le ragazze che li amano e curano, e di solito si tratta delle fortunate con piedini di fata, morbidi e senza l’ombra di un callo o di una screpolatura. Le altre, invece, preferiscono fingere che non esistano, soprattutto durante le stagioni fredde, quando restano ben nascosti da calze e collant; purtroppo arriva un momento, di solito tra Maggio e Giugno, in cui in una bella giornata calda e soleggiata decidiamo di tirare fuori i nostri sandali preferiti e di far prendere aria alle zampeDISASTRO! L’assenza di smalto (o ancora peggio, lo smalto sbeccato), i calli e le screpolature rendono subito i piedi trasandati, così ripieghiamo all’ultimo sulle ballerine, per nascondere il misfatto. Certo, l’estate ormai è agli sgoccioli, ma si può ancora mettere in mostra una pedicure perfetta; in ogni caso è bello avere i piedi in ordine anche in autunno, se non altro come piccolo piacere personale! 🙂 Ricordate che “pedicure” non è per forza sinonimo di smalto: potete anche non amare le unghie colorate, ma questo non vuol dire che non dobbiate avere qualche riguardo per i vostri piedini! Diciamo che questo post serve anche a me per motivarmi: finita l’estate non faccio mai la pedicure (per pigrizia), così finisco sempre per avere i piedi secchi secchi! Quindi… iniziamo subito con i consigli!

Jennifer Garner con un look decisamente rilassato mentre fa la pedicure
Jennifer Garner pronta per la pedicure

-Le unghie dei piedi sono più spesse e resistenti di quelle delle mani, quindi sono meno soggette a indebolimento e sfaldamento; questo ci consente di indossare sempre lo smalto, senza bisogno di fare delle pause di tanto in tanto, come si dovrebbe fare sulle mani. Come dicevo, io d’inverno tendo a lasciare le unghie al naturale, ma sappiate che non è per forza necessario. Anche l’acetone risulta meno aggressivo sui piedi, quindi si può cambiare colore di frequente (se abbiamo il tempo e la voglia!)

Schermata 2014-09-01 alle 11.51.01

-Resistenti sì, ma non vuol dire che siano immuni ad alcuni ingredienti dannosi: gli smalti ideali sono i cosiddetti “3-Free“, privi di toluene, formaldeide e dibutilftalato, ma esistono anche i “5-Free” a cui si aggiungono la canfora e la resina di formaldeide. Diciamo che ormai quasi tutte le marche rispettano queste norme (anche quelle low cost come Essence e Catrice): l’importante è evitare i prodotti di dubbia origine, per esempio quelli comprati nei negozi cinesi/asiatici che costano appena 1 euro o poco più. Ovviamente questo vale anche per le unghie delle mani, ma mi sembrava importante ricordarlo!

csm_71846_ccc9e434b2

-Il primo step della pedicure prevede “l’ammollo“: riempite d’acqua calda una bacinella e aggiungete, a piacimento, succo di limone (schiarente), sali da bagno profumati e/o olietti essenziali per garantire una morbidezza extra. Tenete i piedi a bagno per almeno 10 minuti.

Schermata 2014-09-01 alle 11.54.58

-Una (strana) alternativa prevede di aggiungere due o tre cucchiai di latte in polvere: l’acido lattico aiuterà ad ammorbidire calli e cuticole. Un’altra versione fa aggiungere un bicchiere di aceto di mele.

Schermata 2014-09-01 alle 11.56.39

 

Per scoprire i prossimi consigli cliccate qui!