Applicare il correttore ai lati del naso è come mettere un filtro di Photoshop alla nostra faccia: una volta ci è capitato di leggere questa frase da qualche parte, e abbiamo pensato “quanto è vera!”.

Non solo la pelle nelle pieghe ai lati del naso tende ad arrossarsi e screpolarsi, ma in molti casi ci sono dei capillari rotti ben visibili e difficili da coprire. Sono infatti molto pigmentati e in una zona dove la pelle tende a produrre più sebo, e di conseguenza a far scivolare via il make-up.

Cosa fare e quali prodotti scegliere per coprire perfettamente i capillari rotti ai lati del naso? E per prevenirne la formazione? E se invece fossimo a caccia di un rimedio definitivo? Nel post vi sveliamo tutto quello che dovete sapere se anche voi avete questo inestetismo!

cliomakeup-capillari-rotti-naso-1-trucco-rimedi
Credits: @skincaretalk.com

CAPILLARI ROTTI E FRAGILI: LE CAUSE

Sono molte le cause che possono provocare i capillari rotti sul viso. Sicuramente c’è l’età – avrete sicuramente notato che è un inestetismo più frequente nelle persone anziane – affiancata da molte altre possibili cause.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-2-veneAd esempio, il consumo eccessivo di alcol, fumo e la carenza di vitamina D; ma pare che il fattore determinante sia una predisposizione genetica. (Fonte: intervista a S. Manjula Jegasothy, MD, CEO e fondatore del Miami Skin Institute, e pubblicata su instyle.com).
Inoltre, secondo alcuni pareri anche gli scrub viso provocherebbero la rottura dei capillari.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-3


COME PREVENIRE I CAPILLARI ROTTI

Infatti, abbiamo letto che chi è naturalmente predisposta ad avere capillari rotti dovrebbe evitare prodotti e tool che servono per l’esfoliazione del viso. Compresi, ovviamente, i vari Clarisonic e simili. Per l’esfoliazione sarebbe meglio optare per peeling chimici piuttosto che meccanici (fonte: bellatory.com)

cliomakeup-capillari-rotti-naso-4-lavare-viso

MAI USARE DETERGENTI O SCRUB TROPPO AGGRESSIVI SUL VISO

Più in generale, occorre essere molto delicate durante la pulizia del viso, intesa anche come routine mattutina e serale. Mai usare detergenti aggressivi o sfregare la pelle.

Bisogna usare acqua tiepida ed evitare le saune o le docce troppo calde. Del resto, è una regola consigliata anche da chi soffre di vene varicose.

Anche il freddo può provocare la rottura di capillari: durante l’inverno è particolarmente importante usare una buona crema protettiva.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-5-inverno

Jennifer Aniston risolve il problema alla radice 😉

Pare che anche usare occhiali con montature troppo pesanti possa causare questo inestetismo.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-6-occhiali

Inoltre, essendo provocato dalla carenza di vitamina C, bisogna prestare attenzione a questo aspetto della dieta ed eventualmente farsi consigliare da un medico o un nutrizionista.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-16-dr-house

Insomma ragazze, finora abbiamo capito due cose: 1) che come al solito la genetica è il fattore determinante 2) che prevenire è in parte possibile, e come sempre è molto meglio che curare. Nella prossima pagina tuttavia parliamo di come intervenire sui capillari rotti, sia a livello di make-up sia con metodi definitivi.

8 COMMENTI

  1. Post interessante, magari ne pottreste fare uno (se non l’avete già fatto) sui capillari rotti e venuzze sulle gambe? grazie un bacio

  2. Ce li ho sempre avuti. Non in maniera estesa ma ci sono sempre stati sulla mia faccia. Mai avevo realizzato fossero un problema. Giuro. Eppure uso più cose ora che 10 anni fa. A 20anni mai nella vita avrei passato più del dovuto davanti ad uno specchio per esfoliazioni, pulizie profonde, creme e cremine. A 20 anni basta l’acqua per essere radiose.
    Ora, d’inverno tra influenze e raffreddori possono essere un pò più accentuati, ma niente che un banale correttore non possa rimediare.
    Immagino che tutto dipenda dallo standard a cui ci si vuole conformare. Non ho mai cercato di ottenere una pelle di porcellana e quindi non mi sono mai posta il problema.
    Vedi le cose che si imparano vivendo.

  3. Personalmente trovo che coprire gli inestetismi sul naso in modo duraturo sia davvero davvero difficile, complice la pelle grassa e la necessita’ di soffiarselo ogni tanto… a me l’estate scorsa e’ spuntato un angioma sulla punta del naso ed e’ la mia condanna quotidiana 🙁 lo copro con il secret camouflage di laura mercier la mattina e poi a meta’ giornata e prima di uscire la sera lo ritocco con il camouflage di catrice (che ho SEMPRE con me) con un pennellino minuscolo da eyeliner, dopo aver usato le salviette opacizzanti. Non vedo l’ora che arrivi l’autunno per andarmi a fare il laser e non pensarci piu’!

  4. Conosco il problema perché questa primavera mi è comparsa una leggera forma di rosacea ai lati del naso, la dermatologa mi ha dato una cura (creme) che non vi dirò perché ogni caso è a sé, però adesso che l’inestetismo è ridotto al minimo e quasi non si vede più cosa faccio:
    1. Abolito il Clarisonic e optato per una spazzola manuale viso stra morbida presa da Limoni;
    2. detergenti viso in gel tipo quelli di SVR o di Lavera ottimi!
    2. Uso mattina e sera sulla zona un siero lenitivo per esempio Toleriane ultra di La Roche Posay, una mano santa per la pelle!
    Buona serata!

  5. No certo, mi sono spiegata male. Intendevo dire che tante volte quello che per noi non è nulla per altri può essere invece un problema.
    Chiaramente poi tutto è relativo alla gravità della situazione perchè si può essere più o meno attenti a certi inestetismi ma a volte purtroppo la situazione non è così facilmente risolvibile ed allora ben vengano i ritrovati di ogni genere.

  6. Ciao Clio. Ho compiuto 24 anni da poco e purtroppo un mese fa mi è scoppiato il mio primo capillare a destra del naso, proprio dove appoggio gli occhiali. Non avendo già di mio una bella pelle, segnata da piccoli solchetti lasciati dall’acne, sono andata ancora di più nel panico! 🙁
    Sto pensando di ricorrere al trattamento laser sia per le cicatrici che per questo capillare. Potresti tenerci aggiornate su come si è trovata con il trattamento laser la tua collega del team? Sul web si legge spesso che il laser potrebbe lasciare macchie bianche e sono un po scoraggiata. Grazie per questo articolo! Ora so come trattare la mia pelle, cercherò di prevenire il più possibile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here