Applicare il correttore ai lati del naso è come mettere un filtro di Photoshop alla nostra faccia: una volta ci è capitato di leggere questa frase da qualche parte, e abbiamo pensato “quanto è vera!”.

Non solo la pelle nelle pieghe ai lati del naso tende ad arrossarsi e screpolarsi, ma in molti casi ci sono dei capillari rotti ben visibili e difficili da coprire. Sono infatti molto pigmentati e in una zona dove la pelle tende a produrre più sebo, e di conseguenza a far scivolare via il make-up.

Cosa fare e quali prodotti scegliere per coprire perfettamente i capillari rotti ai lati del naso? E per prevenirne la formazione? E se invece fossimo a caccia di un rimedio definitivo? Nel post vi sveliamo tutto quello che dovete sapere se anche voi avete questo inestetismo!

cliomakeup-capillari-rotti-naso-1-trucco-rimedi
Credits: @skincaretalk.com

CAPILLARI ROTTI E FRAGILI: LE CAUSE

Sono molte le cause che possono provocare i capillari rotti sul viso. Sicuramente c’è l’età – avrete sicuramente notato che è un inestetismo più frequente nelle persone anziane – affiancata da molte altre possibili cause.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-2-veneAd esempio, il consumo eccessivo di alcol, fumo e la carenza di vitamina D; ma pare che il fattore determinante sia una predisposizione genetica. (Fonte: intervista a S. Manjula Jegasothy, MD, CEO e fondatore del Miami Skin Institute, e pubblicata su instyle.com).
Inoltre, secondo alcuni pareri anche gli scrub viso provocherebbero la rottura dei capillari.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-3

COME PREVENIRE I CAPILLARI ROTTI

Infatti, abbiamo letto che chi è naturalmente predisposta ad avere capillari rotti dovrebbe evitare prodotti e tool che servono per l’esfoliazione del viso. Compresi, ovviamente, i vari Clarisonic e simili. Per l’esfoliazione sarebbe meglio optare per peeling chimici piuttosto che meccanici (fonte: bellatory.com)

cliomakeup-capillari-rotti-naso-4-lavare-viso

MAI USARE DETERGENTI O SCRUB TROPPO AGGRESSIVI SUL VISO

Più in generale, occorre essere molto delicate durante la pulizia del viso, intesa anche come routine mattutina e serale. Mai usare detergenti aggressivi o sfregare la pelle.

Bisogna usare acqua tiepida ed evitare le saune o le docce troppo calde. Del resto, è una regola consigliata anche da chi soffre di vene varicose.

Anche il freddo può provocare la rottura di capillari: durante l’inverno è particolarmente importante usare una buona crema protettiva.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-5-inverno

Jennifer Aniston risolve il problema alla radice 😉

Pare che anche usare occhiali con montature troppo pesanti possa causare questo inestetismo.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-6-occhiali

Inoltre, essendo provocato dalla carenza di vitamina C, bisogna prestare attenzione a questo aspetto della dieta ed eventualmente farsi consigliare da un medico o un nutrizionista.

cliomakeup-capillari-rotti-naso-16-dr-house

Insomma ragazze, finora abbiamo capito due cose: 1) che come al solito la genetica è il fattore determinante 2) che prevenire è in parte possibile, e come sempre è molto meglio che curare. Nella prossima pagina tuttavia parliamo di come intervenire sui capillari rotti, sia a livello di make-up sia con metodi definitivi.