Se state affrontando dei colloqui di lavoro, uno degli interrogativi più comuni, una volta che ci si è preparate sui contenuti, riguarda il look. Fa infatti parte di quella “prima impressione” importante ai fini dell’immagine che vogliamo trasmettere. In più, sentirci bene con il nostro aspetto ci permette di trasmettere la sicurezza e la determinazione necessaria per far credere a chi ci parla di essere persone in gamba.

È quindi necessario optare per un look che sia adatto al contesto, ma che rispetti anche il proprio stile, così che ci permetta di essere a nostro agio. Deve essere semplice ma non sciatto, raffinato ma non da “cerimonia”.

Nel post di oggi ho quindi selezionato 7 idee di look abbastanza versatili per i vostri colloqui di lavoro, evitando il classico (e infallibile) no-makeup-makeup di cui abbiamo parlato già in altri articoli. Ovviamente sono trucchi molto belli e portabili che possono rivelarsi perfetti per un ampio ventaglio di occasioni, quindi… vi lascio al post 😉 !

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-1-intervista(Immagini via Pinterest)

#1 SELENA GOMEZ TRUCCATA DA HUNG VANNGO

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-2-selena-gomez

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-3-selena-gomez

Un look che ho amato tantissimo ultimamente è stato realizzato dal celebre MUA Hung Vanngo per Selena Gomez. Solare e raffinato, in un ambiente creativo e chic potrebbe essere apprezzato.

PRIMA REGOLA: BASE E SOPRACCIGLIA IMPECCABILI

Come vedete, si tratta di un leggerissimo smokey che utilizza un rosa antico shimmer (attenzione, non glitter o metallizzato) per la palpebra mobile. La piega è definita da un taupe opaco e le labbra indossano un lipgloss o un rossetto sheer color pesca, in tono col blush.

Naturalmente, un look di questo genere presuppone base e capelli perfetti. Vi consiglio di lavarli la sera prima ed, eventualmente, legarli per il colloquio: lo styling di Selena Gomez è forse un po’ “troppo”, soprattutto in certi ambienti. E secondo alcuni i capelli davanti al viso proietterebbero un’immagine poco professionale – che ci piaccia o no.

#2 EYE-LINER SENZA CODINA E LIPGLOSS

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-4-eyeliner

Jing Wen per Dior Couture S.S 2016

Questa immagine della bellissima modella Jing Wen per Dior ci dà l’ispirazione per un secondo trucco da colloquio di lavoro!

EYELINER SENZA CODINA, CHIC E “A PROVA DI CIOMPA”

Se infatti l’eye-liner in linea di massima andrebbe evitato per il rischio di fare pasticci, è pur vero che se siete esperte non c’è motivo di rinunciarci.

Ma forse ancor più appropriato di un cat eye è un eye-liner senza codina, che intensifica lo sguardo in modo discreto. Nella nostra foto di riferimento è abbinato ad un gloss che sublima le labbra in modo impercettibile, perché non è troppo lucido. Se vi ricordate, la sera precedente potete fare uno scrub alle labbra e mettere abbondante burro cacao prima di andare a dormire.

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-5-eyeliner

La versione di Jing Wen è particolarmente adatto al suo taglio di occhi e magari a chi gli occhi incappucciati. Ecco un’alternativa con un rossetto nude opaco, adatto per l’occhio con piega visibile.

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-16-eyeliner-senza-codina

#3 SOFT SMOKEY MARRONE, COME LILY COLLINS

Tra gli smokey, forse l’unico “concesso” per un colloquio di lavoro è una versione molto soft che utilizza colori chiari, come il grigio o, meglio ancora, il marrone. In questo modo non si rischia di esagerare in “brillantezza” e glitter, e l’effetto è molto elegante, seppur forse più adatto ad un colloquio di pomeriggio e non proprio alle 8 del mattino. Da non trascurare le sopracciglia, che devono essere particolarmente curate in un’occasione del genere, dove si vuole avere un aspetto impeccabile.

cliomakeup-trucco-colloquio-di-lavoro-6-lily-collins

Ragazze e… i miei tutorial? Niente paura, ne ho selezionati due che vi saranno utili se siete nervose e volete che il trucco vi sia spiegato per filo e per segno! Li trovate a pagina 2 insieme ad altre ispirazioni e… al BONUS ;-)!