Si è da poco conclusa la settimana della moda di Parigi, che come sempre ci ha fatto sognare! Più sofisticata di quella newyorkese, più chic di quella di Milano, la Paris Fashion Week incanta con abiti raffinati, ma al tempo stesso eccentrici, pensati per donne sicure di sé e ricche d’immaginazione!

Ebbene sì, perché immaginazione e fantasia sembrano essere le componenti principali sulle passerelle parigine, che si manifestano attraverso colori vivaci, fantasie bizzarre, e maxi cappelli con piume e glitter. Senza mai tradire il classico charme francese, Parigi ha però anche un tratto forte di italianità, con tantissimi designer nostrani a guidare alcune delle maison più importanti del mondo!

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-chanel-gioia.jpg

Credits: Gioia!

GUCCI SFILA A PARIGI PER LA PRIMA VOLTA

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-copertina-pinterest.jpg

Via Pinterest


Anche se era un grande evento avere la sfilata di Gucci a Milano, non possiamo non complimentarci con Alessandro Michele, direttore creativo del brand, per aver ancora una volta colto nel segno! Sappiamo bene che il suo stile alternativo e anticonformista ha conquistato fashion victim e non, facendo diventare Gucci uno dei marchi più importanti degli ultimi anni.

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-gucci-fashion-magazine.jpeg

Credits: Fashion Magazine

Proprio sul concetto di originalità si è basata la nuova collezione, ispirata all’opera teatrale di Leo de Berardinis e Perla Peragallo (soprannominati i Dioscuri come i celebri gemelli della mitologia Greca), grandi artisti del teatro dell’avanguardia.

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-gucci.jpg

Credits: Gucci

La loro opera alternativa e radicale ha spinto Michele non solo a sfilare al Théatre Le Palace (tempio del teatro negli ’20 e ’30 poi divenuto il più famoso nightclub di Parigi negli anni ’70), ma anche a realizzare abiti estrosi, con una personalità forte, non necessariamente belli, ma che di sicuro non lasciano indifferenti.

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-gucci-globelife.jpg

Questo è di sicuro uno degli abiti che preferiamo! Credits: Globelife

Noi abbiamo amato moltissimo i colori accesi e i tagli eccentrici e particolari dei vestiti. Decori di piume, inserti di paillettes, rouches a non finire e accessori ultra decorati ci hanno fatto innamorare, ma la vera chicca è la borsa a forma di Topolino!

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-gucci-popsugar.jpg

Non è super carina? Noi la adoriamo! Credits: Popsugar

CHANEL E LE TIPICHE BELLEZZE DA SPIAGGIA

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-chanel-fashionista.jpg

Credits: Fashionista

Si sa che Karl Lagerfeld ama ispirarsi alle creazioni dell’inimitabile Coco Chanel, e con ogni nuova collezione cerca di ricordare alcuni modelli e tessuti classici. Quest’anno invece, ad essere rilanciato è stato un profumo, il N°19, chiamato così in onore del compleanno di Mademoiselle Chanel (nata il 19 agosto 1883).

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-chanel-vogue3.jpg

Credits: Vogue

Per questo motivo, l’allestimento dello show ha ripreso il romanticismo delle spiagge francesi (con tanto di oceano e sabbia ricreati nella cornice del Grand Palais di Parigi).  I look sono ultra sofisticati, con bellissime camicette con logo ricamato, splendide cinture in oro, e coloratissimi vestiti, di seta svolazzante e tweed multicolor.

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-chanel-vogue.jpg

Il look super chic indossato da Kaia Gerber. Credits: Vogue

La collezione primavera 2019 celebra la raffinatezza dei beach look francesi

Tra gli outfit più belli c’è quello indossato da Kaia Gerber, che mixa dei semplici pantaloni neri con una camicia crop bianca, il tutto impreziosito da una cintura con ciondoli dorati ricoperti di cristalli.

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-chanel-vogue1.jpg

Credits: Vogue

Sobrio ma dall’animo sbarazzino è invece un completo di giacca e gonna in tweed dai colori pastello con borsa coordinata.

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-chanel-vogue2.jpg

Credits: Vogue

Infine, non poteva mancare il classico abitino rosa, molto morbido e stretto in vita da un ricamo arricciato, super chic e raffinato in puro stile Chanel!

cliomakeup-paris-fashion-week-2018-gif1.gif

Bellezze, non andate via! Abbiamo ancora molti altri look da mostrarvi! Sapete che due dei più importanti brand che sfilano a Parigi hanno come direttori creativi due grandi stilisti italiani? Siete curiose di scoprire di chi stiamo parlando e di scoprire le loro splendide creazioni? Allora continuate la lettura nella prossima pagina!

6 COMMENTI

  1. Chanel..la linea classica è sempre una chiccheria unica, meno il mega logo sulla camicia, l’ostentazione non mi piace.
    Kaia Gerber e la modella subito sotto, potrebbero indossare abiti meravigliosi..ma finisco sempre per vedere solo il bacino da dodicenne e le ginocchia con la sola pelle sopra, la ragazza ancora sotto invece…la trovo bella.. ovviamente gusti personali.
    Dior…mi piace!

    Gli altri…troppo confusionari, eccentrici, mettibili solo per il MET Gala..esagerati per la vita di tutti i giorni, nel senso…se mi immagino ricca sfondata con la stanza di 40mq guardaroba piena di vestiti bellissimi, costosi o meno, ecco un Gucci probabilmente non ci sarebbe, non di questa sfilata almeno…come probabilmente non ci sarebbe un Dolce&Gabbana, che trovo a tratti volgare..poi hanno come musa la Bellucci che mi sta sulle balls…quindi no grazie…
    Per Chanel a sfilare sulla spiaggia c’era pure Pamela Anderson, semplice e molto carina in total white..l’ho vista su un altro articolo non ricordo dove..

  2. Ma la salute delle ragazze in passerella non si calcola più?non so ho l’impressione che Kaia sfili solo per il suo nome, perché onestamente a me sembra davvero ma davvero troppo magra!un conto sono le ragazze naturalmente minute, un conto è quel viso scavato…
    Ciò detto come proposte mi è piaciuta più la fashion week di Parigi rispetto a quella di Milano, che mi sembrava la fiera del trash ahah

  3. Mi piacciono diverse cose, ma la borsa a forma di Topolino mi sembra voglia copiare lo stile di Moschino degli ultimi anni XD

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here