Ciao bellezze!

Tante volte abbiamo parlato del grande dilemma della nostra epoca (nel campo ‘beauty‘, s’intende): photoshoppare o non photoshoppare? Il problema non tocca solo le grandi agenzie pubblicitarie, ma anche ‘comunissimi’ fotografi e ragazze con un minimo di visibilità. Esatto, sto parlando di ‘noi’ blogger! Recentemente questo argomento si è fatto particolarmente sentire grazie a una ragazza che ha avuto il coraggio, non tanto di confessarsi, ma di mostrarsi e di lanciare un monito: NON CREDETE IN TUTTO QUELLO CHE VEDETE.

HOTPANTS-cliomakeup
Una delle foto-confessioni di dothehotpants.com, nel suo post  intitolato “foto che non avrei voluto photoshoppare”: come vedete nella prima foto mostra una pancetta molto… “normale“, nella seconda foto invece un perfetto ventre piatto. Se volete leggere gli altri post scritti sul tema photoshop, cliccate qui e qui.

Vi confesso, appena ho letto i titoli degli articoli dedicati a questo ‘caso’ – cose come “la blogger coraggiosa che ammette di essersi photoshoppata” – ho pensato “sarebbe stata più coraggiosa a non photoshopparsi affatto!“. E invece, leggendo l’articolo originale, mi sono un po’ ricreduta: il post, infatti, è scritto da una ragazza normalissima, anche molto carina e con un bel fisico, che semplicemente si è intimorita all’idea di mostrare a tutti un suo piccolo ‘difetto di normalità’ (tristemente malvisto in un mondo come quello della moda, come se chi non ha il fisico di Gisele non fosse ‘abbastanza inserito nell’ambiente’ o abbastanza ‘esperto’). Quei pochi centimetri di pancetta la esponevano a commenti e giudizi, portandola a voler mostrare non il suo corpo, ma quello che la gente probabilmente avrebbe voluto vedere.

Dana Suchow_cliomakeup copia

Dana Suchow, la blogger in questione, non ha stravolto drasticamente il suo corpo, come avviene in certe pubblicità, ma ha eliminato il particolare che, soprattutto visto su una foto, le è sembrato in qualche modo ‘troppo’ in mostra. Basti pensare che la ragazza, così vestita, con quella curvina normale, ma non assurdamente ‘perfetta’, si stava probabilmente dirigendo verso sfilate e/o eventi mondani pieni di personaggi ‘del settore’ (Dana è abbastanza famosa: è apparsa su riviste di tutto il mondo…) : ha partecipato alla ‘vita glamour’ così come la vedete nella foto non ritoccata. Farsi vedere in giro, dove ognuno mostra i propri difetti è una cosa, poi pubblicarsi online e leggere i commenti (a volte spietati) della gente addestrata a stupidi canoni, è un’altra.

clio-blogger-photoshop
In questa foto, io non noto nemmeno tanto la differenza. Basta davvero poco per chi viene ritratto in una foto per non sentirsi adeguato e tante volte vogliamo cambiare qualcosa del nostro corpo anche se siamo solo noi a dargli peso!

Credete che non capiti, però, un po’ a tutti (anche chi con la moda non ha nulla a che fare) di cadere nella trappola? Non vi è mai successo di non essere contente perché in una certa foto pubblicata su Facebook si nota quel rotolino/smagliatura/brufolone/buchino di cellulite di troppo? Forse è sufficiente che pubblichino una nostra foto al 100% struccate, con le occhiaie e i capelli in disordine, per riuscire a farci arrabbiare o a farci preoccupare del giudizio degli altri! Perché davanti ai nostri amici va bene (quasi) tutto, ma non è necessario che la nostra faccia del lunedì mattina diventi di dominio pubblico, no? Ecco, pensate a tutti gli sconosciuti che leggono i blog dietro ai quali ci sono ragazze proprio come tutte! Insomma, ho ritenuto il fatto che Dana in passato si fosse photoshoppata si trattasse di una debolezza più che umana e comprensibile.

Continuate a leggere il post!