Tagliare i capelli corti quando arriva l’estate è un grande classico! C’è infatti la voglia di essere fresche e comode, senza dover continuamente armeggiare con elastici e accessori vari quando c’è caldo.

D’altra parte, i capelli corti non sono sempre semplici da gestire, anzi! Clio stessa ci ha raccontato che, sebbene in molte le abbiate suggerito di tagliare i capelli prima che diventi mamma e quindi abbia meno tempo per curarli, nel suo caso vale l’esatto contrario. Per il suo tipo di capello, infatti, un taglio corto richiede molto più tempo in termini di styling per avere un risultato soddisfacente.

Certo, molto sta all’abilità dell’hair stylist, che dovrebbe capire che tipo di taglio corto non solo dona di più al nostro viso, ma asseconda anche la struttura dei nostri capelli. Anche presupponendo un “taglio perfetto”, però, ci sono alcuni errori che pregiudicano l’effetto finale. Se la questione vi tocca da vicino, allora leggete il post!

cliomakeup-errori-capelli-corti-1-ruby-rose

#1 NON CHIEDERE CONSIGLI AL PARRUCCHIERE

cliomakeup-errori-capelli-corti-2-parrucchiere

QUANDO TAGLIATE I CAPELLI, CHIEDETE AL PARRUCCHIERE CONSIGLI SU COME GESTIRLI E CURARLI

Partiamo con un errore che riguarda chi ha appena tagliato i capelli, magari passando da un lungo o un bob ad un corto.

Un errore piuttosto comune è pensare che i capelli corti siano a bassa manutenzione, quando invece in moltissimi casi è proprio il contrario!

Non solo per mantenere il taglio bisogna andare più spesso dal parrucchiere, ma anche lo styling potrebbe richiedere accorgimenti in più, o comunque molto diversi da prima. Prima di uscire dal salone con il vostro nuovo taglio, fatevi spiegare per bene come fare la piega e quali sono i prodotti migliori da usare.

cliomakeup-errori-capelli-corti-3-parrucchiere

#2 ASCIUGARLI DEL TUTTO

cliomakeup-errori-capelli-corti-5-phon

Abbiamo letto che, nel caso dei capelli corti è meglio non asciugarli mai del tutto con il phon. L’asciugatura “perfetta” dovrebbe essere intorno al 50%, e poi i capelli vanno disciplinati con un siero o con una cera. Immaginiamo che questo concetto vada poi adattato ai vari tipi di capelli, ma comunque è una tecnica che potete provare per vedere se effettivamente fa per voi!

cliomakeup-errori-capelli-corti-4-phon

Il movimento ideale dovrebbe essere asciugare prima lo strato inferiore dei capelli, e dopo che abbiamo finito passare velocemente la parte superiore. In questo modo daremo volume e texture ai capelli.

Se li asciugate con una spazzola rotonda, ricordate che il getto va diretto solo sui capelli che stiamo lavorando, non si tutta la ciocca o la testa.

cliomakeup-errori-capelli-corti-6-spazzola-rotonda

In questa foto abbiamo capelli lunghi, ma è solo per farvi capire il concetto

#3 CREARE VOLUME IN CIMA ALLA TESTA

Oggi cotonare la sommità della testa, o addirittura “alzarla” attraverso appositi accessori, è di grande tendenza per quanto riguarda i capelli lunghi. Ma non si può dire lo stesso per i capelli corti! Anzi, creare volume in cima alla testa e contemporaneamente appiattire la frangia ha un effetto molto démodé.

cliomakeup-errori-capelli-corti-7-demode

#4 TIRARE INDIETRO LE BANDE LATERALI PIÙ LUNGHE

IL PECCATO PIÙ IMPERDONABILE? AVERE UN “KARLIE” E TIRARE INDIETRO LE CIOCCHE LATERALI 🙂

Tra i tagli corti più attuali ci sono quelli che prevedono due bande laterali di capelli più lunghi che incorniciano il viso – il “Karlie” è il più autorevole rappresentante della categoria!

Secondo gli stylist, per quanto riguarda questo taglio, il “crimine” più efferato è tirare indietro le ciocche più lunghe con le forcine, oppure dietro le orecchie da entrambi i lati, nascondendo così un elemento chiave dell’effetto finale. Beh, forse quando c’è caldissimo si può lasciar correre, vero? 😉

cliomakeup-errori-capelli-corti-8-karlie

Ragazze, siamo a metà. Nella prossima pagina troverete interessanti informazioni che non potete non conoscere se state pensando di tagliare i capelli… o se lo avete già fatto per poi scoprire di non riuscire a gestirli come vorreste!