Cosa fare quando un bambino soffre di diabete?

  1. Il diabete di tipo 1 si verifica quando le cellule beta del pancreas non sono più in grado di produrre insulina, quindi la concentrazione di zucchero nel sangue è elevata.
  2. I sintomi più comuni sono aumento della minzione, della sete e improvviso dimagrimento.
  3. La diagnosi si fa con degli esami del sangue.
  4. La cura consiste nell’assunzione di insulina e va seguita per tutta la vita.
  5. Le complicanze sono ipo e iperglicemia, ma anche a livello cardiovascolare, renale e a carico degli occhi.
  6. I genitori dovrebbero assistere i figli durante il percorso di educazione terapeutica, senza essere iperprotettivi o ansiosi.

cliomakeup-diabete-infantile-1Credits: @it.blastingnews.com

In Italia la quasi totalità dei casi di diabete nei soggetti di età inferiore ai 18 anni è costituita da diabete tipo 1 e ad oggi si contano quasi 20.000 bambini affetti da questa malattia. Si tratta di una patologia cronica di tipo autoimmune (ovvero dovuta a un’alterazione del sistema immunitario) nella quale il pancreas non è più in grado di produrre insulina, che quindi va assunta per tutta la vita. L’incidenza di diabete di tipo 1 è in aumento in tutto il mondo, infatti è la più frequente malattia endocrina dell’età pediatrica. In questo post la dott.ssa Anna Gerbaldo ci spiega di cosa si tratta, come riconoscere il diabete 1 e che cosa fare. Volete scoprirne di più? Allora andate avanti a leggere!

QUALI SONO LE CAUSE DEL DIABETE DI TIPO 1?

Nel diabete di tipo 1 si riscontra un aumento della glicemia, dovuto alla riduzione della produzione di insulina, un ormone che stimola l’assunzione del glucosio nelle cellule muscolari e adipose. La riduzione dell’insulina è causata dalla distruzione su base autoimmunitaria delle cellule del pancreas (chiamate cellule beta) che hanno proprio il compito di produrre questo ormone.

cliomakeup-diabete-infantile-2-pancreas.jpgEcco cosa succede in un corpo sano, in uno con diabete 1 e con diabete 2.

Quindi, se non ci sono cellule beta che producono insulina, la glicemia rimane alta perché il glucosio non viene “immagazzinato” e il corpo cerca di eliminarlo con l’urina.


QUALI SONO I SINTOMI DEL DIABETE DI TIPO 1?

All’inizio del diabete, il sintomo più evidente è l’aumento della frequenza delle urinazioni e della quantità di urine emesse, anche durante la notte.

cliomakeup-diabete-infantile-3-urinare

Credits: @depositphotos.com

Questo comporta anche un aumento della sete.

cliomakeup-diabete-infantile-4-bere

Via @linkedin

Inoltre può esserci un improvviso dimagrimento nonostante l’aumento dell’appetito.

cliomakeup-diabete-infantile-5-bimbo-mangia

Credits: @peccatidigola568.com

Nella fase più avanzata si manifesta un respiro pesante e faticoso, l’alito cattivo (con odore di mele marce o vinoso), stanchezza, stato soporoso e perdita di coscienza.

cliomakeup-diabete-infantile-6-alito-cattivo

Credits: @topsimages.com

COME PUÒ ESSERE DIAGNOSTICATO?

La diagnosi di diabete si fa attraverso semplici esami del sangue. La presenza di glicemia alta, glicosuria (glucosio nelle urine) e chetonuria (presenza di corpi chetonici nel sangue) sono indici di diabete.

cliomakeup-diabete-infantile-7-esami-sangue

COME SI CURAIL DIABETE?

La terapia del diabete di tipo 1 si basa sulla somministrazione di insulina e su un programma nutrizionale e di attività fisica individualizzata.

cliomakeup-diabete-infantile-8-insulina

Credits: @starbene.it

QUALI SONO LE COMPLICANZE DEL DIABETE DI TIPO 1?

L’ipoglicemia (improvviso calo degli zuccheri nel sangue) è la complicanza più temibile nei giovani.

L’IPOGLICEMIA PUÒ VERIFICARSI SPESSO E BISOGNA “CORREGGERLA” CON CARAMELLE O BEVANDE ZUCCHERATE

Può essere asintomatica, ma se la glicemia si abbassa velocemente, può dare pallore, sudorazione, tremore, senso di fame, palpitazione e se la condizione persiste si può arrivare a confusione mentale, disorientamento e debolezza.

cliomakeup-diabete-infantile-9-caramelle

L’ipoglicemia può essere trattata con delle caramelle o delle bevande zuccherine.

L’iperglicemia è la situazione opposta, ovvero una glicemia troppo elevata dovuta ad un pasto troppo abbondante o con alimenti “sbagliati” o per aver praticato una terapia insulinica insufficiente.

cliomakeup-diabete-infantile-10-bambino-mangia-dolci.jpg

Anche nel diabete 1 non bisogna esagerare con i dolci.

I sintomi d’allarme sono: necessità di urinare di frequente, sete intensa, stanchezza, vista annebbiata, irritabilità, difficoltà di concentrazione e mal di testa. Il diabete può dare complicanze a lungo termine come malattie microvascolari, neuropatie, nefropatie e complicanze oculari.

Volete scoprire come dovrebbero comportarsi i genitori in caso di figlio con diabete 1? Come si gestisce questa malattia e quali sono le 8 cose che un bambino o un adulto affetto da diabete dovrebbero sempre fare? Allora girate a pagina 2!

3 COMMENTI

  1. L’argomento di questo post è molto ben fatto e mi riguarda da vicinissimo….la mia gemella si è ammalata di diabete quando avevamo 3 anni e mezzo. Era il 1976/77 e in quegli anni si sapeva poco a riguardo…in famiglia non ci sono stati casi in passato, ma dopo una febbre molto alta e passato un po’ di tempo, nostra mamma si è accorta che qualcosa non andava. Perdita di peso, sete inestinguibile, minzioni frequenti alito cattivo e saliva che, durante la notte diventata densa in un modo anormale sono stati i sintomi. Durante il ricovero sono stati fatti tutti gli esami e la diagnosi è stata: diabete mellito di tipo 1 e a mia mamma e a tutti noi è crollato il mondo addosso, ma era chiaro che l’unica via possibile era reagire e così è stato.
    È stata dura soprattutto per i nostri genitori, ma l’équipe di Pavia di allora contava medici in gamba che, con i giovani malati, hanno imparato e si sono formati anche grazie a loro e a tutti i tentativi di terapia che, per forza di cose, deve essere personalizzata. Eravamo bambine e in famiglia tutti abbiamo rinunciato a dolci, bevande e preparazioni contenenti zucchero. L’alimentazione è cambiata grazie ai dietisti che trovavano sempre nuovi modi e strategie per tenere sotto controllo l’assunzione di zuccheri e lo sport, allora cone oggi, è parte integrante della terapia.
    Le ricerche e le scoperte nei decenni hanno portato novità e tra queste c’è l’utilizzo del microinfusore che mia sorella porta e funziona, una volta impostato, come un pancreas esterno. Non ha mai rinunciato a nulla fa sport e conduce una vita normale. Grazie team è fondamentale parlare di questi argomenti. Ps:aggiungo solo che durante gli esami in sede di ricovero avevano fatto anche quelli genetici e hanno riscontrato la possibilità che potesse sviluppare la malattia celiaca, che si è palesata all’età di 30 anni, con il rigore nel rispettare le indicazioni mediche che contraddistingue mia sorella, convive anche con la celiachia, ma come detto sopra conduce una vita assolutamente normale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here