#5 PELLE *VERAMENTE* MISTA: COME CONTRASTARE PROBLEMATICHE MOLTO DIVERSE?

Questo quesito è molto diffuso e lo avete posto con grande interesse anche a Clio. Ciò indica come, per moltissime persone, i bisogni siano molteplici.

Innanzitutto, una doverosa precisazione: la pelle “mista” non è la pelle “solo un po’ grassa”. La pelle grassa viene, infatti, spesso collegata necessariamente all’acne o alle imperfezioni, ma si tratta di un errore!! Si può avere la pelle acneica anche avendo la pelle molto arida e avere la pelle grassa (che significa: “che produce più sebo del necessario”) pur non avendo spesso brufoli.

E quindi, come dovrebbe suggerire la parola, la pelle “mista” ha le caratteristiche di più tipologie di pelle: molto secca in alcune zone e grassa in altre.

ClioMakeUp-pelle-mista-rimedi-problemi-maschere-creme-makeupandbeauty-comE ogni zona, allora, va trattata in modo specifico!

Con l’avanzare degli anni, per esempio, chi ha avuto la pelle grassa spesso passa ad avere una pelle mista: la tendenza a produrre troppo sebo non si perde, ma alcune zone del viso come i contorni, le guance, gli angoli del naso ecc., tendono a diventare più secche e segnate.

cliomakeup-garnier-skinactive-2

Cosa fare in questo caso? Optare per una routine che mescoli prodotti in grado di trattare le singole esigenze. In questo modo si combineranno, proprio là dove servono, proprietà purificanti e opacizzanti e agenti nutrienti che contrastano l’invecchiamento cutaneo, come gli antiossidanti.


Insomma, vi consigliamo di andare contro l’istinto di volere un unico prodotto. L’idea, infatti, che costi di più è un abbaglio: ovviamente la spesa durerà il doppio del tempo e nulla fa sprecare soldi come continuare a comprare prodotti che risultano vani. Accettare, invece, l’idea di usare due diverse creme idratanti potrebbe rivelarsi il più valido degli investimenti sulla vostra pelle!

ClioMakeUp-guida-trucco-inizi-neofite-beginners-dove-si-comincia-pelle-mista

Può funzionare, per esempio, una combo che include l’uso della crema Idratante Prodigiosa con Tè Verde, da usarsi solo sulla zona T del viso, e la crema Idratante Prodigiosa con Miele di Fiori, ricchissima e dalla texture più “spessa”, per le zone più segnate dal tempo.

cliomakeup-garnier-skinactive (8)

Garnier SkinActive, Crema Idratante Prodigiosa con Miele di Fiori. Prezzo: 5,49€

Sarà necessario, ovviamente, aspettare un po’ di più prima di applicare la base make-up, per permettere ai prodotti di assorbirsi al meglio – e avranno tempi differenti. Per velocizzare il processo rendendo molto efficace il prodotto è importate massaggiare delicatamente e a lungo, applicando poco prodotto per volta, soprattutto per quanto riguarda quello più nutriente.

ClioMakeUp-skincare-naturale-garnier-skinactive-96-naturale-green

Per quanto riguarda invece la detersione e gli altri step, consigliamo di considerare la pelle mista comunque come sensibile, quindi da trattare un po’ con i guanti: il fatto di essere stimolata in modi diversi in zone diverse, infatti, provoca uno stress che le pelli “normali” non devono subire.

#6 TONICO, QUESTO SCONOSCIUTO: A COSA SERVE?

Una delle domande più ricorrenti che avete posto riguardava proprio lui: il tonico! Il prodotto più misterioso della skincare, da sempre bistrattato e ignorato da tantissime ragazze.

cliomakeup-garnier-skinactive-21.jpg

La verità è che, nonostante abbia la consistenza dell’acqua, ha una funzione che può risultare molto importante: solo aiuta ad eliminare eventuali residui rimasti di trucco, infatti, ma rimuove anche le tracce calcaree lasciate sulla pelle del viso dall’acqua, spesso molto dura, con cui ci si lava.

cliomakeup-acqua-micellare-8-trucco-occhi

Questo è possibile riequilibrando l’acidità della pelle. Senza questo step lasciamo infatti sedimentare il calcare sulla nostra pelle, cosa che “blocca” l’assorbimento dei principi attivi dei prodotti che andremo ad applicare dopo ben più di tanti ingredienti considerati occludenti per la pelle.

cliomakeup-garnier-skinactive-7

Come si applica il tonico? Noi consigliamo, soprattutto contiene alcol, di tamponare il prodotto applicato su un dischetto di cotone e di non sfregarlo sul viso. In questo modo, l’alcol opererà il proprio potere disinfettante (perfetto anche per chi ha qualche imperfezione), senza stressare anche la pelle più sensibile.

Dovrà seguire, appena asciugato il viso, lo step dell’idratazione.

Ragazze, mangiate pane e skincare? Allora non perdetevi:

1) TONICO VISO, A CHE COSA SERVE? SCOPRIAMOLO UNA VOLTA PER TUTTE!

2) QUANDO LA CREMA NON BASTA: A COSA SERVONO I VARI PRODOTTI VISO!

3) INCI, BIO, VEGAN, SILICONI, PETROLATI…QUESTI SCONOSCIUTI! CERCHIAMO DI FARE CHIAREZZA!

4) SKINCARE AL NATURALE: UNA GUIDA DA MATTINO A SERA PER LE BIO-CURIOSE!

cliomakeup-garnier-skinactive-10Et voilà, i segreti della skincare!

Ragazze, che cosa ne dite dei prodotti SkinActive 96% Naturale di Garnier? Avete una pelle delicata e adatta alla linea all’Acqua di Rosa o al Miele di Fiori, oppure che necessita di essere opacizzata e purificata e che si presta molto bene all’uso delle linee all’Uva, all’Aloe Vera o al Tè Verde? Raccontatecelo nei commenti! Un bacione dal Team!

37 COMMENTI

  1. che bello che l’etichetta è spiegata così!
    io ancora non ho capito se ho la pelle normale o secca 🙁 come si capisce?
    grazie mille per il post, bellissimo e utile!! :*

  2. ciao =) post davvero molto utile e interessante, grazie! volevo chiedere alla community un consiglio per l’acquisto di una buona crema idratante giorno, non unta e con un spf>20 e che non costi uno sproposito… thanks

  3. ieri ho comprato la maschera di tessuto hydra bomb verde, quella per pelli miste e grasse, vediamo che effetto fa 😉

  4. Bel post. Di Garnier adoro l’acqua micellare con il tappo rosa che secondo me è uguale alla più costosa Bioderma. Per il resto non la uso un granché. Io ho la pelle disidratata, un po sensibile e ora pare un po mista con il caldo. Mi trovo bene trattando la pelle come disidratata e sensibile, di giorno uso prodotti leggeri e senza oli e la sera invece più corposi e unti, faccio tante maschere idratanti, qualche maschera nutriente e qualcuna purificante ma delicata ogni tanto, in questo modo riequilibrio il tutto e mi trovo bene!

  5. Hai provato a guardare Avene (per esempio linea Hydrance legere credo ci sia con spf 20) o Bioderma (linea azzurra per pelli disidratate o verde purificante)? Costano “poco”, hanno attivi interessanti e spesso hanno spf?

  6. in realtà no perchè nella mia farmacia di fiducia non le hanno e anche in quelle limitrofe hanno poca scelta di queste due marche, proverò a informarmi on-line e vedo se trovo magari qualche parafarmacia più fornita.. grazie mille =)

  7. interessante e ben fatto, salvato tra i preferiti!
    sicuramente di garnier mi interessa provare l’acqua micellare per pelli sensibili perché decantata da tutti e meno costosa di quella di bioderma

  8. Ciao! Ti consiglio anch’io la Avene Hydrance legere, ha un spf di 20, non superiore però! Io mi sto trovando bene anche con il fluido Vinoperfect di Caudalie, anche questo però ha un spf di 20. Oppure dovresti orientarti su un solare specifico per il viso ma con texture oil free…

  9. Bel post ragazze! Sembrano bei prodottini e con prezzi più che accessibili! Della Garnier ho scoperto anch’io l’acqua micellare con tappo rosa che trovo fantastica e ultimamente il bifasico express, che reputo forse il migliore mai provato fino ad ora.

  10. Bella quest’idea! Da studentessa di chimica e tecnologie farmaceutiche noto sempre più spesso, come avete scritto nel post, che nel web impera la disinformazione in quanto a INCI 🙂

  11. post interessante! ma io sarò l’unica persona al mondo che ha le guance che si lucidano e con impurità mentre la fronte è decisamente secca -.-

  12. da acqua e sapone sono in offerta e ho comprato il latte detergente al miele. l’ ho provato ieri e mi è piaciuto. aspetto di testarlo un pò di volte. vorrei provare anche il tonico e perchè no, qualche crema. io propendo per il bio ma la cosa importante per me è evitare siliconi e parabeni… se poi hanno pure la certificazione ben venga

  13. Ciao, a me come solare sta piacendo molto la Anthelios (spf da 30 in su) tocco secco della Roche Posay, non unge, però non è idratante. Magari potresti abbinarla ad un siero, io sto facendo così (con uno di Bottega Verde) e mi trovo bene.

  14. Oddio ho perso una mezz’ora buona a guardare il gattino XD
    Comunque appena finisco l’acqua micellare che sto usando sono curiosa di provare quella della Garnier col tappo rosa!

  15. Io l’ho comprata più volte e mi ha soddisfatto, meglio di quelle di sephora ! Se ti può interessare, al tigota’ sono scontate…ciao!

  16. in realtà no… io ho la pelle grassa ma dopo che mi lavo tira anche a me se non metto crema…. perchè qualsiasi detergente altera sempre un pò il ph della pelle! 🙂

  17. Secondo me va fatto lavandosi solo con l’acqua perché altrimenti, effettivamente, si altera la situazione

  18. non faccio caso all’inci ma se trovassi un prodotto buono sia in qualità di prezzo e di performance con inci verde sicuramente lo comprerei…con questa linea credo che la combo si sia raggiunta 🙂 spero di trovarla nel negozi e prenderò sicuramente due creme viso e un tonico

  19. Ho 33 anni e in tutta la mia vita non ho mai trovato un detergente che non mi rovinasse la pelle. Ne ho provati di tutti i tipi, bio non bio, del supermercato della farmacia, costosi ed economici ma il risultato è sempre lo stesso: guance super secche, brufolini e zona t che produce ancora più sebo per reazione. Quando ho smesso di usare il detergente ho fatto pace con la mia pelle. Ora la mattina lavo il viso solo con acqua, poi passo un batuffolo di cotone imbevuto di tonico e infine crema.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here